Seguici su

Golden State Warriors

Steve Nash incorona Curry: “E’ l’evoluzone del gioco”

II due volte MVP della Lega ha rilasciato dichiarazioni di elogio nei confronti di Stephen Curry, affermando di non aver mai visto un giocatore come lui.

I Golden State Warriors continuano a riscrivere, notte dopo notte, il record di imbattibilità. Siamo arrivati a 21-0. In ordine di tempo, l’ultima preda sono stati i Toronto Raptors. La partita è stata molto combattuta e si è decisa in favore dei Californiani solamente dopo un finale al cardiopalma. Tanto per cambiare il miglior marcatore per i Warriors è stato Stephen Curry, autore di 44 punti. Dall’altra parte Kyle Lowry non ha affatto sfigurato, facendo registrare una super-prestazione da 41 punti che aveva quasi consentito ai Canadesi di infliggere la prima sconfitta stagionale a Golden State.

Proprio rimanendo in orbita Canada, prima dell’incontro di ieri sera, è stato intervistato il due volte MVP e attuale consulente dei Warriors e GM della nazionale Canadese, Steve Nash. Come prevedibile, la maggior parte delle domande ha ruotato intorno alle ultime, incredibili prestazioni di Stephen Curry, che lo stesso Nash ha definito indescrivibili:

Sarei scorretto se mi prendessi anche soltanto una parte del merito per quello che Curry sta combinando. Fa sembrare tutto facile, ma i tiri che prende sono folli. La velocità, l’estensione, la prontezza, andando a sinistra o a destra, penetrando o cadendo indietro. Sembra che abbia possibilità illimitate. Quando giocavo io avevo la sensazione di poter tirare la palla in molti più modi di chiunque altro, ma in questo momento mi sembra che Steph possa fare le stesse cose ma da una distanza maggiore e con più velocità. E’ straordinario. Incarna l’evoluzione del gioco. Non credo che ci sia mai stato un giocatore come lui“.

Prima della partita contro i Raptors, Curry mostrava la seguente statline: 52% dal campo, 46% da 3 e 94% ai liberi. In tutta la storia dell’NBA, soltanto 8 giocatori hanno concluso la stagione tirando 50-40-90. Due volte ci è riuscito Larry Bird, ben quattro volte Steve Nash. Il Canadese ha poi continuato a spiegare cosa rappresenta Curry per l’intera lega:

Non mi sembra quasi possibile fare quello che Steph sta facendo e il motivo è semplice…non l’ho mai visto fare! Alcuni dei tiri che prende, se li aveste visti 20 anni fa, avreste pensato: ma cosa fa? Ritengo sinceramente che Curry sia il giocatore con più talento che abbia mai calcato un campo da basket“.

LEGGI ANCHE: “Steph Curry vs Kyle Lowry: sfida da 85 punti”

LEGGI ANCHE: “Dirk Nowitzki trolla Pau Gasol su twitter”

LEGGI ANCHE: “Kobe Bryant mette da parte l’ossessione del sesto anello”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors