Seguici su

Eurobasket 2015

Impresa Italia, Spagna battuta 105-98!

Dopo la prima, sofferta, vittoria dell’Europeo arrivata domenica contro l’Islanda, per l’Italia arriva uno degli ostacoli più duri da affrontare: la Spagna. Terza partita del girone che arriva dopo il giorno di riposo che ha visto l’ufficialità, per l’Italia, dell’infortunio di Gigi Datome, out per il resto di Eurobasket.

Nelle altre partite del girone la Serbia ha letteralmente demolito la compagine islandese (93-64 il finale) mentre la Turchia ha battuto la Germania 80-75, rendendo questa gara fondamentale per gli azzurri di Simone Pianigiani che con un’eventuale vittoria balzerebbero al terzo posto nel girone.

I due quintetti: l’Italia opta per Cinciarini-Belinelli-Gentile-Gallinari-Bargnani, mentre la Spagna risponde con Rodriguez-Ribas-Rodriguez-Mirotic-Gasol.

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH

PRIMO QUARTO. La palla a due se la aggiudicano gli spagnoli, che non arrivano però al tiro e perdono il primo possesso offensivo del match. A trovare il fondo della retina per il 2-0 è Gentile con una splendida penetrazione, mentre a sbloccare la Spagna ci pensa Pau Gasol con il tiro libero del 2-1. Quattro punti in fila di Bargnani portano l’Italia sul 6-1, ma sono ancora i liberi di Gasol (troppi i falli degli azzurri) a riavvicinare la Spagna sul -1. Gallinari trova la prima tripla di serata, Ribas gli risponde segnandone due in fila per l’11-9 Spagna. Gallinari in lunetta pareggia prima che Rodriguez e Gasol allunghino nuovamente sul +4, con l’attacco italiano che fatica ad andare a bersaglio. Ci pensa allora un gioco da tre punti del Mago a dare manforte agli azzurri, che difensivamente sono tuttavia impotenti di fronte ad uno straordinario Pau Gasol, punta di diamante dell’attacco spagnolo. Una tripla di Bargnani (già 10 punti per lui) seguita da una schiacciata ancora di Gasol anticipano la sirena del primo quarto, che si chiude sul 20-19 Spagna.

SECONDO QUARTO. Il secondo periodo si apre con due falli delle Furie Rosse nei primi dieci secondi, poi Aradori, Reyes, Melli e ancora Reyes (dalla lunetta) si rispondono colpo su colpo per il 24-23 Spagna. Tre punti di Gentile precedono il terzo fallo di Melli, costretto così alla panchina. Un gioco da tre punti di Gallinari regala il massimo vantaggio all’Italia sul 29-24, ma poi Hernangomez segna quattro punti in fila intervallati da una grande stoppata su Hackett per il nuovo -1. Ai cinque punti consecutivi di Aradori risponde con la stessa moneta Reyes, mantenendo invariato il distacco sul 34-33 Italia. Il ritorno in campo di Gasol basta per riportare avanti la Spagna (14 i punti del catalano a metà secondo quarto) e viene così chiamato il primo time-out dell’incontro. Dopo il time-out Daniel Hackett cade male in seguito ad uno scontro fortuito ed è costretto a lasciare momentaneamente il campo, mentre quattro punti consecutivi di Llull portano la Spagna sul 41-38. Ai liberi di Gallinari rispondono quelli di Gasol, con Mirotic che trova il primo canestro della sua gara portando a +5 i suoi. Ci pensa allora Gentile con due liberi a rimettere un solo possesso di distanza tra le due squadre, mentre Scariolo vuole organizzare gli ultimi attacchi del primo tempo e chiama un altro time-out. Nei 40 secondi precedenti all’intervallo, tuttavia, non segna nessuno, e le due squadre vanno così a riposo con la Spagna avanti 45-42.

TERZO QUARTO. Ribas apre il secondo tempo con un floater, ma un parziale di 10-0 Italia propiziato da Bargnani e seguito da 8 punti consecutivi di Belinelli (due liberi e due triple) riporta a +5 gli azzurri sul 52-47 che costringe Scariolo al time-out. Un jumper di Bargnani e un’altra folle tripla, dai 9 metri, di Belinelli porta a 15 il parziale italiano. Un fallo tecnico fischiato a Gentile (quarto fallo per lui) regala tre liberi a Gasol che li converte e porta a -7 i suoi. Una straordinaria stoppata di Cusin su Rodriguez precede la quarta tripla consecutiva di Belinelli, con Gasol che riesce a trovare due punti fondamentali per la Spagna a cui risponde con un jumper Gallinari. Rodriguez con 5 punti consecutivi riavvicina la Spagna ma è ancora Gallinari, con uno splendido gioco da tre punti, a rispondere per il 65-57. La tripla dall’angolo di Mirotic riporta a -6 la Spagna, prima che sul 67-63 Gallinari si inventi un meraviglioso passaggio per Cusin che trova la schiacciata, subisce il fallo e converte il tiro libero supplementare per il nuovo +7. La Spagna sull’ultimo possesso perde palla, la raccoglie Hackett che serve Belinelli che sulla sirena si inventa un’altra clamorosa tripla per il 73-63 con cui si chiude un terzo periodo fantastico, che ha visto i ragazzi di Pianigiani segnare la bellezza di 31 punti in 10 minuti.

GUARDA LA TRIPLA ALLO SCADERE DI BELINELLI

QUARTO QUARTO. L’ultimo quarto si apre con Bargnani che segna un bel jumper, San Emeterio risponde bene dal post prima che il Mago spenda il suo quarto fallo, andandosi nuovamente a sedere in panchina. Un’altra tripla da lontanissimo di Belinelli, seguita da una palla recuperata e dalla bomba mandata a bersaglio anche da Gallinari portano l’Italia sull’81-68 e serve un sontuoso Gasol per accorciare sul -11. Ma l’Italia gioca bene in attacco, mettendo spesso in difficoltà la Spagna grazie anche ad un’ottima circolazione. Dalla lunetta Gallinari fa 1/2, Fernandez appoggia saggiamente alla tabella due punti ma Belinelli si inventa un’altra incredibile tripla allo scadere dei 24” (7/9 dalla lunga distanza per lui) e riporta a +11 l’Italia. Ancora Fernandez per altri due punti, risponde Gentile sulla linea di fondo ma Gasol trova un gioco da tre punti fondamentale (quinto fallo per Cusin) che riporta i ragazzi di Scariolo a -8 sul 79-87. Gallinari con un meraviglioso step-back e Belinelli con due liberi firmano il nuovo +11, e poi è ancora l’asse Beli-Gallo a colpire, con un assist meraviglioso del primo che manda Bargnani a segnare il suo 18esimo punto prima del suo quinto fallo che pone fine al suo match a 3 minuti dalla sirena finale. Quattro punti di Gentile sembrano chiudere definitivamente la partita, San Emeterio con una tripla dall’angolo prova a riaprirla ma dalla lunetta Aradori mette la parola fine all’incontro, con l’Italia che oltrepassa quota 100 punti e vince così una meravigliosa gara con la Spagna per 105-98.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Eurobasket 2015