Seguici su

Playoffs NBA 2015

Cavaliers-Celtics, Gara 2: niente da fare per i biancoverdi, Cavs avanti 2-0

CLEVELAND – La Quicken Loans Arena accoglie Cavaliers e Celtics per Gara 2 del primo turno del Playoffs 2015. I quintetti rimangono invariati rispetto alla prima partita (vinta dai Cavs per 113-100): per gli ospiti Evan Turner, Brandon Bass, Tyler Zeller, Avery Bradley e Marcus Smart, mentre per i padroni di casa scendono in campo LeBron James, Kevin Love, Timofey Mozgov, J.R. Smith e Kyrie Irving.

Primo quarto – Il primo a smuovere la retina è Kevin Love con tre punti dall’arco. I primi minuti sono abbastanza equilibrati, con gli attacchi che cercano di prendere le misure agli avversari. Mozgov mette subito in chiaro che il pitturato è cosa sua: chiedere a Evan Turner, stoppato senza appello. Il ferro rigetta i tentativi dalla distanza dei Cavaliers e, grazie a qualche palla rubata, a metà primo quarto i biancoverdi doppiano gli avversari sul 16-8: time-out con 5:40 sul cronometro. Usciti dal time-out i Cavaliers mettono a segno 8 punti in rapidissima successione e ricuciscono lo strappo. I due centri avversari, Mozgov e Zeller appaiono come i più attivi e prolifici della partita, mentre Sullinger e Thomas offrono subito energia e qualche lampo dalla panchina. Sul finire del quarto inizia ad infiammarsi anche Kyrie Irving, che però chiuderà la frazione in panchina dopo uno sfondamento. Boston riesce a rimanere avanti, ma di poco: dopo 12 minuti il tabellone segna 26-25 per gli ospiti.

Secondo quarto – Il secondo quarto parte all’insegna di LeBron James, che si fa vedere su entrambi i lati del campo. Boston senza paura attacca il ferro, lasciato “indifeso” da Mozgov, rimasto in panchina. Il botta e risposta fra le due squadre prosegue, senza che nessuna riesca a tentare un allungo. Olynyk inventa un numero speciale per fissare il punteggio sul 35-34, poco prima di un nuovo timeout a 7:58. “Move the ball” suggerisce ai suoi Coach Blatt. In effetti molti punti arrivano da iniziativa individuale per i Cavs. Una tripla di Olynyk porta i Celtics sul 41-34, con un parziale di 8-0, prima che lo stesso commetta un fallo su una tripla di Love, che significa 3 liberi per l’ex-Timberwolves, che ne mette 2 su 3. La presenza di Mozgov si fa sentire, ma i Cavs si affidano a tiri a bassa percentuale, lasciando che i Celtics mettano punti importanti con Turner e Bradley. Smith ruba e segna in contropiede, Love lavora bene in post portando il punteggio sul 45-42 per i Celtics, prima di un ulteriore time-out. Ancora J.R. Smith a segno al rientro in campo, ma Bass stoppa il tentativo di Love e Sullinger senga la tripla e guadagna con l’astuzia un possesso per tenere lontani i Cavs. Sforzo vanificato da un stoppata di Mozgov su Bass ed una tripla di Irving che significano sorpasso Cleveland sul 49-48. Il punteggio viene ritoccato dai tiri liberi di Isaiah Thomas e LeBron James fino al 51-50 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Terzo quarto – Si ritorna in campo con i quintetti iniziali. Al gancio di Mozgov risponde prontamente Marcus Smart con un long-2. Boston difende tenacemente e sempre Smart porta Irving in lunetta per tre liberi, tutti a segno. Mozgov impone il proprio fisico sotto canestro con continuità, guadagnando rimbalzi, ma anche un fallo offensivo. Solo Smart trova un altro canestro per i Celtics, che appaiono meno brillanti che ne primo tempo. L’alley-oop spettacolare di James per Love mette un punto esclamativo sul parziale dei Cavs. Time-out chiamato da Coach Stevens sul 62-54 per i padroni di casa. Alcuni liberi di Love e Mozgov portano il vantaggio di Cleveland a 12 punti, Smart perde palla e nell’azione successiva Irving alza per l’inchiodata di King James in contropiede (+14). Finalemente i Celtics ritrovano il fondo della retina con Sullinger e Crowder, cui risponde pronntamente Smith con una tripla. Ancora Sullinger mette punti a referto per non far scappare i Cavs, che intanto trovano 2 punti ben costruiti con James. Isaiah Thomas tiene attivi i bianco-verdi, ma Thompson non fa rimpiangere Mozgov sotto canestro e con 2:13 rimasti sul cronometro, il tabellone recita 66-75 per LeBron e soci. Rientrati dal time-out Crowder guida subito un contropiede e aggiunge due punti alla causa biancoverde. Entrambi i ferri sputano i tentativi dalla distanza di Jerebko e Thomas da una parte e Irving dall’altra, che fallisce il buzzer beater. L’ultima frazione riprenderà dal 68-75 in favore di Cleveland.

Quarto quarto – In apertura di ultimo quarto, il punteggio viene ritoccato da James da una parte e da Thomas, Zeller e Turner dall’altra, per arrivare al -2 Celtics sul 77-79. Ci pensa James con un jumper dalla distanza ad allontanare la rimonta degli ospiti. Il contributo di Crowder in difesa su James è prezioso quanto quello in attacco. Suoi i due liberi che riavvicinano Boston e sua la risposta in jumper all’ennesima tripla di Irving. Sia Turner che James fanno 1/2 dalla linea della carità e sempre LeBron (che inizia anche a portare palla) ne mette due in contropiede. Ancora liberi per Boston e ancora un jumper a testa per LeBron e Irving che cacciano indietro i Celtics. Il time-out chiamato a 5:25 dal termine dalla panchina di Boston ferma la partita sul 91-84. Il nativo di Akron mette a referto fino a qui 26 punti, 7 assist e 7 rimbalzi. James perde una palla malamente e Thomas ne segna 2 che significano -5. Smart fa 1/2 ai liberi e lima il distacco. Con il possesso successivo Irving si incarta in angolo, ma viene premiato dal fallo di Bradley e mette a segno altri due liberi. James si prende un isolamento e aggiusta il punteggio sul 95-87 a 2:38 dal termine. Boston prova a rientrare, ma Zeller viene respinto da James, che poi segna anche il lay up in penetrazione per ammazzare la partita. L’ultimo minuto serve solo per ritoccare il punteggio: finisce 99-91 con i Cleveland Cavaliers che si portano sul 2-0 nei confronti dei Celtics. Ora la serie si sposta a Boston.

 

Final

Boston

(0-2)
26 24 18 23 91

Cleveland

(2-0)
25 26 24 24 99
Players of the Game
BOS – Isaiah Thomas (Pts: 22, Reb: 1, Ast: 7)
CLE – LeBron James (Pts: 30, Reb: 9, Ast: 7)
BOSTON CELTICS
STARTERS PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
T. Zeller* 11 6 1 2 5-8 0-0 1-2 2 1 1 30 19
M. Smart* 10 1 1 3 4-9 1-5 1-2 0 0 0 26 13
E. Turner* 9 12 3 2 3-11 0-2 3-4 1 0 0 33 26
A. Bradley* 8 4 0 4 3-9 2-2 0-0 0 1 0 29 13
B. Bass* 2 2 3 0 0-6 0-0 2-2 0 1 2 15 13
BENCH PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
I. Thomas 22 1 7 2 6-14 0-3 10-10 4 1 0 30 34
J. Sullinger 14 5 1 1 6-12 2-4 0-0 0 0 0 22 21
J. Crowder 10 5 3 3 4-10 0-2 2-2 1 1 0 30 21
K. Olynyk 5 2 0 4 2-5 1-3 0-0 2 1 0 21 6
G. Wallace 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Jerebko 0 1 0 1 0-1 0-1 0-0 1 0 0 4 0
L. Datome 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
P. Pressey 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
C. Babb 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Young 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
CLEVELAND CAVALIERS
STARTERS PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
L. James* 30 9 7 3 11-22 1-5 7-8 6 0 2 42 49
K. Irving* 26 5 6 3 8-18 3-8 7-7 2 0 1 39 42
T. Mozgov* 16 7 0 6 7-11 0-0 2-2 4 0 5 29 24
K. Love* 13 6 2 5 3-8 1-5 6-7 4 0 2 30 21
J. Smith* 7 4 1 3 3-12 1-8 0-0 1 5 0 34 17
BENCH PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
M. Dellavedova 5 0 0 1 1-1 1-1 2-2 0 0 0 9 5
I. Shumpert 2 5 0 1 1-3 0-1 0-0 0 1 0 26 8
S. Marion 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
M. Miller 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
B. Haywood 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Jones 0 0 0 0 0-1 0-1 0-0 0 0 0 4 0
K. Perkins 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 2 0
A. Varejao 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
T. Thompson 0 11 2 0 0-0 0-0 0-0 1 1 0 26 15
D. Kennedy 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Harris 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0

Team Stats

Stat Total Total
Points 91 99
Field Goals 33-85, 38% 34-76, 44%
Free Throws 19-22, 86% 24-26, 92%
3-pointers 6-22, 27% 7-29, 24%
Off. Rebounds 13 12
Def. Rebounds 26 35
Total Rebounds 39 47
Assists 19 18
Blocks 3 10
Fouls 22 22
Steals 6 7
Turnovers 11 18

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Playoffs NBA 2015

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.