Seguici su

Playoffs NBA 2015

Finale thriller: Atlanta espugna Washington e vola in finale

Dopo l’emozionante gara-5, vinta in volata da Atlanta grazie ad un superbo Al Horford, la serie tra  Hawks e Wizards ritorna nella capitale dove Washington si ritrova di fronte al più classico dei Win or go Home: sotto 3-2, infatti, Wall e compagni sono costretti a vincere gara-6 se vogliono continuare a coltivare la speranza di accedere alle finali di Conference. Nessuna novità per quanto riguarda i quintetti, con Budenholzer che si affida a Jeff Teague, Kyle Korver, Demarre Carrol, Paul Millsap e Al Horford, mentre Randy Whittman risponde con John Wall, Bradley Beal, Paul Pierce, Nenè e Marcin Gortat.

 

Primo quarto. Il primo canestro di serata porta la firma di Demarre Carrol, con la tripla di Bradley Beal dà il primo vantaggio ai padroni di casa sul 5-4. Korver e Millsap firmano un parziale di 8-0 che porta Atlanta sul 12-5, con Washington che fatica tremendamente a segnare e concede decisamente troppo a rimbalzo offensivo, costringendo Whittman a chiamare time-out sul 12-7. Le percentuali dal campo continuano a mantenersi basse da ambo le parti (8-33 complessivo), con gli ospiti che ne approfittano per allungare sul 15-7 grazie ancora a Carrol. Due belle giocate di Beal (canestro e assist per Porter) riportano i Wizards a -4 sul 15-11 e la tripla di Drew Gooden firma il 17-16 a 1:30 dalla fine del primo quarto. Il canestro di Seraphin, ben servito da Wall (già a quota 4 assist), sulla sirena del 12′ regala il vantaggio alla formazione capitolina sul 19-20.

 

Secondo quarto. Due belle giocate di Wall, intervallate dalla tripla di Schroder, fissano il punteggio sul 23-24 dopo 2 minuti e mezzo nel secondo quarto, quando la combo “stoppata+tripla” di Teague costringe Whittman ad un nuovo time-out sul 26-24. L’esplosività di Otto Porter a rimbalzo offensivo e l’efficacia di Kevin Seraphin sotto i tabelloni riportano avanti Washington sul 26-28 mentre Paul Pierce non fatica ad entrare in partita. L’equilibrio continua a regnare al Verizon Center, con le due squadre che viaggiano di pari passo, tanto che alla tripla di Millsap la risposta di Wall arriva immediatamente sotto forma di gioco da tre punti per il 37-37. Un rapido di break di 6-0 ospite, culminato con il canestro di Millsap sulla sirena, porta Atlanta sul 45-39, punteggio con il quale le due formazioni arrivano all’intervallo.

 

Terzo quarto. I canestri di Horford e Carrol in avvio di terzo quarto regalano il massimo vantaggio agli Hawks sul 49-39, con il gioco da tre punti dell’ala piccola ospite a firmare il 52-41. Washington fatica tremendamente a trovare il fondo della retina e allora ci prova Pierce, con il suo primo canestro dal campo, a scuotere la formazione di casa. Un’altra tripla di Carrol ed il layup di Teague, però, aumentano ulteriormente il divario sul 57-43, costringendo coach Whittman a chiamare un time-out d’obbligo. Ad un altro parziale ospite di 5-0 risponde la tripla di Bradley Beal, ma Washington non riesce a dare troppa continuità al tentativo di rimonta restando sempre 10-12 punti in svantaggio. Un gran canestro in penetrazione di Wall e una super schiacciata in contropiede di Porter costringono Budenholzer al time-out sul 64-57, con la tripla di Carrol che rimette immediatamente 10 punti tra le due squadre. Un incredibile canestro dall’angolo di Muscala risponde al break di 4-0 Wizard, con i due liberi di Schroder che firmano il 72-63. Gli ultimi tentativi dal campo non vanno a buon fine per entrambe le squadre e si arriva così al 36′ sul 72-64.

 

Quarto quarto. Una fondamentale tripla di Beal riporta Washington sul -6, ma dall’altra parte un altrettanto importante canestro di Horford risponde subito. Con una giocata da urlo Teague, che fa saltare contemporaneamente ben tre difensori avversari, porta nuovamente in doppia cifra il vantaggio ospite sul 77-67, mentre due canestri di Gooden e Seraphin, intervallati da una spettacolare stoppata di John Wall su Demarre Carrol, riavvicinano Washington sul -6, anche se offensivamente Atlanta trova il fondo della retina con irrisoria facilità rispedendo al mittente i tentativi di recupero capitolini, che raramente sono riusciti ad arrivare oltre le 5 lunghezze di svantaggio. Un bel canestro di Nené e due liberi di Beal, tuttavia, riportano Washington sull’87-84, prima che una clamorosa palla persa di Korver regali un ulteriore possesso ai padroni di casa. Beal, lanciato in campo aperto da Wall dopo una palla recuperata, schiaccia i due punti che valgono l’87-86 e riportano a -1 Washington costringendo gli Hawks, che faticano più che mai a segnare, al time-out con 4:20 da giocare. Ancora Beal, questa volta con il jumper, porta in vantaggio Washington in vantaggio dopo un’eternità e il momento difficile degli ospiti continua con una palla persa. Un pesante 0/2 ai liberi di Nené rischia di costare caro, ma Atlanta non ne approfitta e il punteggio resta bloccato per quasi due minuti finché Millsap mette la parola fine alla serie di errori di Atlanta segnando il canestro del sorpasso. Dall’altra parte Wall subisce fallo e in lunetta fa 1/2 per l’89-89 quando mancano 60”. Carrol, servito alla perfezione da Teague, firma appoggia il 91-89, mentre sul fronte opposto Nenè sbaglia ancora, questa volta in penetrazione. Un’azione fotocopia rispetto a quella precedente, con Carrol pescato da un assist illuminante di Teague, porta a +4 i ragazzi di Budenholzer con 30.7 secondi da giocare. Washington non segna più, ma Korver perde incredibilmente palla propiziando il 2/2  di Temple dalla lunetta. Il fallo sistematico viene fatto su Horford che fa 1/2, lasciando un’ultima speranza a Washington sul 94-91 e con 6.4 sul cronometro. Sulla rimessa Wall serve Pierce che, dopo una finta, si inventa una tripla completamente fuori equilibrio: la palla entra facendo esplodere di gioia il Verizon Center, ma all’instant replay si nota che il #34 rilascia il pallone un decimo di secondo in ritardo rispetto alla sirena finale. Canestro quindi non valido e vittoria Hawks, che chiudono la serie 4-2 e volano in finale dove ad aspettarli ci sono i Cleveland Cavaliers.

 

FINAL

Atlanta

(4-2)
19 26 27 22 94

Washington

(2-4)
20 19 25 27 91
ATLANTA
STARTERS PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
D. Carroll* 25 10 1 2 9-14 3-5 4-5 2 2 0 37 37
P. Millsap* 20 13 2 5 7-20 1-5 5-7 3 0 2 40 36
J. Teague* 20 5 7 2 8-13 2-4 2-2 3 1 1 36 38
A. Horford* 13 7 4 0 6-9 0-0 1-2 3 0 2 39 27
K. Korver* 2 4 2 2 1-8 0-7 0-1 3 1 1 40 9
BENCH PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
D. Schroder 9 0 4 4 3-12 1-3 2-2 1 3 0 22 19
M. Muscala 5 3 0 4 2-4 1-2 0-0 0 0 0 12 8
E. Brand 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
T. Sefolosha 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
S. Mack 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
A. Daye 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Jenkins 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
M. Scott 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
K. Bazemore 0 2 0 1 0-1 0-0 0-0 0 1 0 9 3
P. Antic 0 3 0 2 0-3 0-1 0-0 0 0 0 5 3
WASHINGTON
STARTERS PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
B. Beal* 29 6 3 2 11-24 3-8 4-4 0 1 0 43 42
J. Wall* 20 6 13 1 7-21 0-1 6-7 6 2 1 44 49
Nene* 5 11 1 3 2-7 0-0 1-4 0 0 1 26 19
P. Pierce* 4 5 0 4 1-7 0-2 2-2 1 1 1 24 10
M. Gortat* 2 3 0 1 1-4 0-0 0-0 1 0 0 12 4
BENCH PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
K. Seraphin 13 8 0 2 6-11 0-0 1-2 1 1 1 28 22
D. Gooden 7 6 1 1 2-5 1-3 2-2 1 0 0 19 14
O. Porter 7 8 1 3 3-9 0-2 1-2 0 2 0 34 19
R. Sessions 2 1 0 1 1-5 0-2 0-0 1 0 0 9 2
G. Temple 2 1 0 0 0-0 0-0 2-2 0 0 0 1 3
R. Butler 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
K. Humphries 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
M. Webster 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
W. Bynum 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
D. Blair 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0

Team Stats

STAT TOTAL TOTAL
Points 94 91
Field Goals 36-84, 42% 34-93, 36%
Free Throws 14-19, 73% 19-25, 76%
3-pointers 8-27, 29% 4-18, 22%
Off. Rebounds 12 18
Def. Rebounds 35 37
Total Rebounds 47 55
Assists 20 19
Blocks 6 4
Fouls 22 18
Steals 8 7
Turnovers 15 11

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Playoffs NBA 2015