Primo Piano

NBA Season Preview 2023-2024, Northwest Division: campioni in carica e giovani di belle speranze

Oklahoma City Thunder

Dopo tre anni di ricostruzione e passati ad accumulare scelte al Draft, gli Oklahoma City Thunder per la prima volta sembrano davvero pronti per poter essere una delle mine vaganti della Western Conference e magari riuscire a conquistare un posto ai Playoff. La squadra è stata costruita molto bene dal front office ma è ancora molto giovane e pecca di esperienza, che a lungo termine potrebbe penalizzare il team di coach Mark Daigneault.

Già nella scorsa stagione i Thunder hanno fatto più del dovuto arrivando a giocarsi il Play-in, poi perso per 120-95 contro i Minnesota Timberwolves, grazie alle 40 vittorie conquistate in regular season.

Per cercare di tornare subito in alto, quest’estate i Thunder hanno aggiunto al roster l’MVP dell’Eurolega nel 2021 e 2022 Vasilije Micić che ha firmato un triennale da 23.5 milioni di dollari, un veterano come Dāvis Bertāns dai Dallas Mavericks e il gradito ritorno di Victor Oladipo, in attesa di capire se verrà tagliato o se rimarrà nello stato dell’Oklahoma ancora a lungo.

Il miglior acquisto degli Oklahoma City Thunder però non è un vero e proprio acquisto ma il reintegro di Chet Holmgren. Il prodotto dei Gonzaga Bulldogs è rientrato in campo nella Summer League dopo 11 mesi a causa della frattura subita al piede destro nella Pro-Am League di Seattle. Holmgren porterà a OKC le sue capacità da entrambi i lati del campo: in difesa è un grandissimo rim protector, come testimoniato dal 12.6% di block percentage registrato al college a Gonzaga nel 2021-2022 e dal premio di Defensive Player Of the Year della NCAA, quando c’è lui nel pitturato è davvero difficile tirare ed è capace di stoppare tiri anche al di fuori della linea dei tre punti. Nella metà campo offensiva è in grado di unire un gran tiro dalla lunga distanza a una buonissima capacità di penetrare in area. È perfetto per giocare insieme a Josh Giddey e a Shai Gilgeous-Alexander. Il primo potrebbe innescare Holmgren con alley-oop a tutto campo mentre il secondo è pronto a vivere una vera e propria stagione da candidato MVP. Difatti l’ex Clippers nella scorsa stagione ha registrato medie irreali mettendo a segno 31.4 punti, 4.8 rimbalzi e 5.5 assist ad allacciata di scarpe. È chiaro che con il core giovane che si ritrovano in casa gli Oklahoma City Thunder, puntare ad un posto ai Playoff che manca dalla stagione 2019-2020 sembra quasi il minimo.

 

Page: 1 2 3 4 5

Share
Pubblicato da
Emanuele Perilli

Recent Posts

NBA Play- in, Playoff nella Eastern Conference: combinazioni e scenari

C’è ancora molto in ballo. Ecco un riepilogo di ciò che può accadere nell’ultima notte…

fa 4 giorni

NBA, DeRozan vuole rimanere a Chicago: “È questo il posto in cui voglio stare”

Dichiarazione d’amore di DeRozan per la città del vento

fa 5 giorni

NBA, l’ex Portland Ben McLemore arrestato in Oregon

L'ennesimo caso di violenza dopo Kevin Porter Jr.

fa 6 giorni

NBA, caso scommesse: Jontay Porter rischia di essere bandito

Porter avrebbe preso parte a illeciti su due partite stagionali

fa 6 giorni

Mercato NBA, Jrue Holiday firma il rinnovo con i Celtics

L'accordo è di 135 milioni per quattro anni di rinnovo

fa 7 giorni

NBA, Nikola Jokic ne fa 41 e Denver torna in vetta alla Western Conference

I Nuggets hanno vinto la sfida con i Wolves e hanno riconquistato il primo seed

fa 7 giorni