News NBA

NBA, Paolo Banchero guarda al Mondiale 2023: “Se starò bene fisicamente, parteciperò con l’Italia”

L’intervista rilasciata settimana scorsa da Paolo Banchero ai canali FIBA ha fugato ogni dubbio circa la sincerità delle aspirazioni italiane del prodotto di Duke, che vuole ardentemente vestire la maglia azzurra in campo internazionale. Banchero, infatti, si è detto intrigato dal progetto dell’Italia e dalla coesione dei suoi interpreti, usando più volte la prima persona plurale per affrontare discorsi sul futuro della Nazionale, come a rivendicare la volontà di essere incluso a pieno titolo nelle equazioni del sistema.

L’esordio di Paolo, che risulta comunque lontano dall’essere imminente, avrà già luogo la prossima estate, in occasione dei Campionati Mondiali del 2023? Sarà proprio la più importante tra le competizioni internazionali FIBA la cornice d’esordio ideale per Banchero? Risponde lo stesso Paolo, tempestato di domande sull’argomento in occasione della conferenza stampa che ha fatto seguito alla partita della scorsa notte contro i Nets:

“Giocare per l’Italia è assolutamente nei miei piani. Per quanto riguarda, più nello specifico, la mia presenza al prossimo Mondiale, essa dipenderà da alcuni fattori personali a mio modo di vedere decisivi, legati soprattutto a come mi sentirò al termine della stagione in termini di salute fisica e tenuta mentale. Un Campionato del Mondo non può essere approcciato con superficialità, soprattutto perché le Nazionali presenti mettono in campo un livello di agonismo tale da rendere questi tornei dannatamente competitivi, perfino più della stessa NBA forse. Si tratta di un impegno molto esigente; bisogna dare veramente il massimo in ogni partita ed essere sempre in piena forma nonostante il pochissimo tempo a disposizione per riposare”.

Conclude Paolo:

“Parlo spesso con Nico Mannion; è molto entusiasta all’idea che io possa giocare i Mondiali con l’Italia. Capisco il fermento e le aspettative, ma la mia idea non cambia: parteciperò al torneo solo se il mio fisico me lo permetterà. La prima stagione NBA è davvero sfiancante per chiunque, anche dal punto di vista psicologico, e io non voglio accettare la convocazione della Nazionale solo per registrare presenze. Giocherò solo se le mie condizioni saranno perfette”.

Leggi anche:

NBA, De’Aaron Fox: “Amo Sacramento, vincere qui sarebbe speciale”

NBA, i Lakers perdono sulla sirena: Nembhard castiga i gialloviola

NBA, i Nets vincono nel segno di Kevin Durant: 45 punti contro Orlando

 

Share
Pubblicato da
Alessandro Valz

Recent Posts

NBA, Brown e Tatum fanno mea culpa dopo la sconfitta con i Knicks

Non bastano i 57 della coppia Tatum-Brown ad evitare la sconfitta

fa 6 ore

NBA, Paolo Banchero stupisce i compagni: “Mai visto nessuno esordire come lui”

L'italo-americano sta stupendo i veterani della lega

fa 6 ore

NBA classifica 2022-2023

Record, trend e distacchi tra le 30 squadre della lega in regular season. Caccia a…

fa 11 ore

NBA, infortunio per Luka Doncic: la situazione

Lo sloveno ha chiuso anzitempo la gara contro Phoenix per un problema alla caviglia sinistra

fa 19 ore

NBA All-Star Game 2023: scelti i capitani e i titolari

LeBron James guiderà la compagine di Ovest, Giannis Antetokounmpo quella di Est

fa 20 ore