Senza categoria

NBA Finals 2023, preview: Denver Nuggets vs. Miami Heat

Se ad inizio Playoff ci avessero detto che Denver Nuggets e Miami Heat si sarebbero ritrovate a giocarsi l’anello nell’atto conclusivo della stagione NBA in pochi ci avremmo creduto. E invece eccoci qui. Una serie finale che ancor prima della palla a due di Gara 1 sa già di storia.

Per la prima volta infatti i Denver Nuggets arrivano a giocarsi le Finals e lo faranno contro i Miami Heat, arrivati fin qui nonostante l’ottavo seed conquistato in regular season. In una sola occasione prima di oggi una squadra classificatasi ottava era arrivata a quattro vittorie dal Larry O’Brien Trophy (New York Knicks 1999, usciti sconfitti in cinque gare per mano dei San Antonio Spurs).

Il percorso delle due squadre per arrivare fin qui è stato completamente diverso. I Denver Nuggets hanno dominato la regular season conquistando, come detto, il primo posto della Western Conference grazie al record di 53-29. Una volta arrivati ai Playoff i ragazzi di coach Malone si sono sbarazzati senza troppi patemi dei Minnesota Timberwolves in 5 gare nel primo turno, dei Phoenix Suns con il risultato di 4-2 e dei Lakers con il primo sweep nella storia della franchigia del Colorado mostrando una grande coesione.

Opposto o quasi il cammino dei Miami Heat, che dopo la sconfitta nel primo turno del Play-in contro gli Atlanta Hawks sono riusciti a conquistare un biglietto per la postseason grazie alla vittoria in volata contro i Chicago Bulls. Una vera e propria cavalcata quella degli Heat guidata da Jimmy Butler.

Nonostante il fattore campo avverso i ragazzi di Spoelstra sono riusciti a eliminare le due maggiori favorite al titolo: i Milwaukee Bucks detentori del miglior record ad est sconfitti in cinque gare ed hanno rimandato al mittente la tentata rimonta da 0-3 dei Boston Celtics grazie ad una Gara 7 mai in discussione. Nel mezzo hanno sconfitto anche i New York Knicks con il risultato di 4-2.

Precedenti stagionali

Arrivati a questo punto della stagione, con il Larry O’Brien Trophy a sole quattro vittorie di distanza, le due partite di regular season giocate con un intervallo di tempo di due mesi l’una dall’altra e con parecchie assenze da ambo le parti non possono rappresentare un parametro affidale in vista delle Finals che ci apprestiamo a vivere. Tuttavia, per dovere di cronaca bisogna menzionare entrambi i match.

La prima sfida risale allo scorso 30 dicembre e vede le due squadre affrontarsi tra le mura della Ball Arena di Denver. I Nuggets arrivano al match dopo la sconfitta patita in back-to-back contro i Sacramento Kings, Miami Heat che invece si presentano in Colorado dopo le due vittorie consecutive conquistate nel parquet di casa, ma senza Oladipo e Caleb Martin. La squadra di Malone invece deve rinunciare al solo Jeff Green.

Primo quarto segnato dalle basse percentuali di entrambe le squadre che faticano a trovare la via del canestro. Miami si affida ad Herro (26 punti e 10 rimbalzi per lui), Adebayo e Strus ma si ritrova sotto di tre punti a fine primo tempo. Grazie ad un parziale di 39-29 nell’ultimo periodo i Denver Nuggets la portano a casa il match con uno strepitoso 17 su 28 da tre punti (seconda miglior prestazione da dietro l’arco nella storia della franchigia).

Il miglior marcatore di serata per i padroni di casa è Kentavious Caldwell-Pope che chiude con 20 punti e 7/7 al tiro di cui 4/4 da tre punti, seguito a ruota dalla tripla doppia d’ordinanza di Nikola Jokić (19-12-12), dai 16 di Bones Hyland in uscita dalla panchina e dai 14 di Jamal Murray.

Per gli Heat, oltre al già citato Herro, buone prestazioni di Bam Adebayo (22 punti e sette rimbalzi) e di Max Strus (19 punti dalla panchina). Prestazione sottotono invece per Jimmy Butler che chiude con 17 punti e 5/13 al tiro complessivo.

Per la seconda sfida bisogna attendere il 13 febbraio. Si gioca a campi invertiti. FTX Arena. Entrambe le squadre fanno i conti con assenze importanti in quintetto: Denver senza Jamal Murray e Aaron Gordon, mentre Miami deve fare a meno di Tyler Herro, Duncan Robinson e Kyle Lowry.

Gli Heat partono subito forte guadagnando 11 punti di vantaggio e chiudendo il primo quarto avanti di nove lunghezze, Denver Nuggets che non ci stanno e grazie ad un parziale di 38-26 nel secondo quarto chiudono il primo tempo sul +3. Nonostante il vantaggio esiguo, i ragazzi di coach Malone non si voltano più indietro e controllano fino alla sirena finale.

Jimmy Butler chiude in simil tripla doppia (24 punti, 10 rimbalzi e nove assist) ma sbaglia il canestro del possibile -2 a 7”  e spiccioli dalla fine. 23 punti e sette rimbalzi per Max Strus, 19 per Bam Adebayo e 15 con quattro triple per Gabe Vincent. I Nuggets mandano in doppia cifra sette giocatori, guidati dai 27 punti di Nikola Jokić (a cui aggiunge 12 rimbalzi e otto assist).

Chiavi tattiche/Giocatori da seguire

Le NBA Finals 2023 dipenderanno sicuramente dalle prestazioni di Nikola Jokić ed infatti la prima chiave tattica della serie riguarda il numero 15 dei Nuggets.

In questi Playoff il nativo di Sombor sembra davvero inarrestabile e sta viaggiando a 29.9 punti, 13.3  rimbalzi e 10.3 assist di media a partita. Il serbo arriva a queste finali come uno dei principali indiziati  per conquistare il premio MVP Finals del 2023. Sarà sicuramente lui il maggior grattacapo per la difesa di Miami, che cercherà di fermarlo in tutti i modi. Ma come può essere fermato Nikola Jokić?

Quando attacca in 1 contro 1 il serbo è letteralmente immarcabile, ma se raddoppiato può riaprire per i suoi compagni di squadra data la sua abilità nello smazzare assist e la presenza di quattro tiratori intorno a lui. Kentavious Caldwell-Pope tira con il 41.1% da dietro l’arco dei tre punti, Michael Porter Jr. con il 40.8%, Jamal Murray con il 39.8% e Aaron Gordon con il 35.1%.

Gli Heat molto probabilmente proveranno ad affidarsi al single coverage di Bam Adebayo per limitare Jokić o cercheranno di farlo accoppiare con uno tra Kevin Love o Cody Zeller lasciando Adebayo in funzione di roaming. L’altro grattacapo per la difesa di coach Spoelstra è Jamal Murray che sta giocando dei grandissimi Playoff con 27.7 punti a partita e il 48% dal campo. Il pick and roll tra il canadese e il serbo è uno dei più letali di tutta la NBA perché entrambi possono attaccare il ferro, entrambi possono tirare dalla lunga distanza ed entrambi hanno le capacità di riaprire per i propri compagni di squadra.

La franchigia del Colorado farà affidamento sul suo go-to-guy Jimmy Butler per mettere in difficoltà difensivamente i Denver Nuggets. In questa postseason Butler sembra davvero un uomo in missione e lo certificano i suoi 28.5 punti, 7 rimbalzi e 5.7 assist di media ma dovrà dare una mano anche difensivamente se vuole portare a casa il primo anello della sua carriera.

Una delle chiavi della sfida per gli Heat sarà sicuramente l’apporto degli uomini in uscita dalla panchina che nelle serie precedenti hanno letteralmente dominato le second unit avversarie con quasi 35 punti di media. Dalla panchina potrebbe uscire anche Tyler Herro che nei giorni scorsi ha iniziato ad intensificare gli allenamenti e punta a rientrare dall’infortunio per Gara 3 che si giocherà a Miami.

Prima che la serie si sposti nella parte Est degli Stati Uniti, però, ci sono da giocare le due gare alla Ball Arena di Denver. I Nuggets in questa stagione hanno fatto del palazzetto di casa un vero e proprio fortino e sono ancora imbattuti in questi Playoff (8-0).

Come ben sappiamo l’altitudine della città di Denver potrebbe essere un fattore per la serie, ma coach Spoelstra non è dello stesso avviso:

“Siamo pronti. La partita sarà decisa tra le quattro linee del fuori. Se Denver vuole giocare in vetta all’Everest, ci va benissimo. L’altitudine non farà la differenza. Al massimo quando torniamo a Miami li faremo giocare con l’aria condizionata spenta”.

Pronostico

Serie che, nonostante le due diverse posizioni conquistate in regular season, non ha un vero padrone.

I diversi bookmaker vedono decisamente favoriti i Denver Nuggets così come ESPN che concede ai Miami Heat solo l’11% di possibilità di battere Denver e vincere le Finals.

Secondo Shaquille O’Neal invece non bisogna mai sottovalutare i Miami Heat:

“Jokić, Murray e i Nuggets stanno giocando un grande basket, ma non considererò mai i Miami Heat sconfitti”.

Anche secondo l’head coach dei Denver Nuggets Michael Malone bisogna dimenticare la regular season e pensare solamente alle Finals:

“Dimenticatevi del fatto che siano ottava testa di serie. Miami ha battuto 4-1 Milwaukee, la squadra con il miglior record NBA. Ha battuto 4-3 i Boston Celtics. Quando arrivi a questo punto, la stagione regolare non conta più. Stiamo provando a vincere l’NBA per la prima volta nella storia della franchigia. Sarà la sfida più difficile della nostra vita”.

Secondo noi sarà una serie finale molto equilibrata e davvero spettacolare. Da una parte l’esperienza di Miami, dall’altra l’entusiamo Nuggets. Alla fine saranno probabilmente i Denver Nuggets a spuntarla. Denver in 6.

 

NBA Finals 2023 Denver Nuggets (1) vs Miami Heat (8)

Gli orari italiani della serie:

Gara 1: notte italiana tra giovedì 1 e venerdì 2 giugno, alle 2:30 | Heat @ Nuggets

Gara 2: notte italiana tra domenica 4 e lunedì 5 giugno, alle 2:30 | Heat @ Nuggets

Gara 3: notte italiana tra mercoledì 7 e giovedì 8 giugno, alle 2:30 Nuggets @ Heat

Gara 4: notte italiana tra venerdì 9 e sabato 10 giugno, alle 2:30 | Nuggets @ Heat

Gara 5*: notte italiana tra lunedì 12 e martedì 13 giugno, alle 2:30 | Heat @ Nuggets

Gara 6*: notte italiana tra giovedì 15 e venerdì 16 giugno, alle 2:30 | Nuggets @ Heat

Gara 7*: notte italiana tra domenica 18 e lunedì 19 giugno, alle 2:00 | Heat @ Nuggets

*se necessario

Share
Pubblicato da
Emanuele Perilli

Recent Posts

NBA, Paul Pierce contro i Lakers: “Per noi l’In-Season Tournament non vale nulla”

L'ex giocatore dei Celtics ha punzecchiato la franchigia californiana e la sua decisione di voler…

fa 5 ore

Mercato NBA, rivoluzione Bulls: via anche LaVine e Lonzo Ball?

Dopo l'addio di Alex Caruso, Chicago potrebbe perdere altre due pedine importanti

fa 6 ore

Mercato NBA, Drew Eubanks sarà free agent

Il giocatore non eserciterà la player option con i Phoenix Suns

fa 7 ore

NBA, il GM dei Mavs: “Luka Doncic super, dobbiamo migliorare il resto”

Nico Harrison lancia la sfida per la prossima stagione: "Ripartiamo da Luka, nelle giuste condizioni…

fa 8 ore

Road to NBA Draft 2024: Reed Sheppard

Uno degli ultimi one-and-done dell’era Calipari a Kentucky. Giocatore all-around, in un Draft NBA in…

fa 19 ore