Seguici su

L.A. Clippers

Clippers e Doc Rivers sembrano vicini ad un divorzio

La franchigia sarebbe intenzionata a cambiare rotta affidando la panchina a Jay Wright, 2 volte campione NCAA con Villanova nelle ultime tre stagione

Sembrano sempre più lontani i destini dei Los Angeles Clippers e di Doc Rivers. L’allenatore campione NBA con i Celtics avrebbe un ultimo anno di contratto da $10 milioni, ma la franchigia sembrerebbe intenzionata a cambiare rotta dopo quattro anni di record positivi, senza che  pero la squadra sia stata mai realmente in corsa per il titolo.

Secondo diversi Insider infatti, sia il proprietario Steven Balmer che il GM Lawrence Frank avrebbero finito il credito da dare all’allenatore della propria squadra, e starebbero sondando il terreno, in particolare per Jay Wright, l’allenatore di Villanova, che ha portato i Wildcats a vincere il titolo universitario per due volte nelle ultime tre stagioni. In caso di suo rifiuto (altre franchigia sono su di lui) la seconda opzione del front office sarebbe Jeff Van Gundy.

Dopo aver dichiarato di non essere sicuro di quale sarebbe stato il suo futuro, Doc Rivers negli ultimi giorni sembrava aver fatto marcia indietro affermando ai microfoni di vedere del potenziale in questo roster e di trovarsi molto bene a lavorare con questi giocatori. Affermazioni che a quanto pare non hanno fatto cambiare però idea alla proprietà.

I Los Angeles Clippers hanno vissuto sicuramente una stagione travagliata e sfortunatissima, a partire dai tantissimi problemi fisici che hanno permesso a Doc Rivers di poter schierare lo starting five ipotizzato ad inizio stagione solamente per due partite. Gallinari, Teodosic, Beverley sono solo alcuni dei giocatori che hanno avuto una stagione falcidiata dagli infortuni.

A questo si è poi aggiunto lo scambio di Blake Griffin che ha portato a Los Angeles Tobias Harris, Avery Bradley (anche lui quasi sempre fuori per infortunio) e Boban Marjanovic mutando profondamente la struttura del roster. Per molti infatti, l’aver portato una squadra che, per ampi periodi di stagione, ha dovuto schierare diversi rookie e two-way contract a battagliare per un posto ai Playoff è stato un autentico miracolo.

Da seguire quindi anche la vicenda panchina ad LA ,dopo che già diverse sono saltate una volta conclusa la stagione, come quella di New York, Orlando e Charlotte.

 

Leggi anche:

Risultati NBA

Antetokounmpo sul sesto fallo chiamato nell’overtime: “Una chiamata sbagliata”

Nulla di grave all’anca per Paul George

Commento

Commento

  1. Davide santarossa

    16/04/2018 21:27

    Speriamo se ne vada presto. E Lue insieme a lui. Li vedo bene in cina

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers