Seguici su

Cleveland Cavaliers

Blatt al veleno: “Speriamo di non concedere quanto i Cavs”

David Blatt entra a gamba tesa sui Cavs dopo la sconfitta senza appello contro Oklahoma City

Dopo il sonoro K.O. casalingo maturato nella notte, la panchina di coach Tyronn Lue scricchiola. David Blatt, suo predecessore, cacciato nel gennaio 2016 al giro di boa della stagione quando la squadra era in testa alla Eastern Conference (30-11), non ha perso l’occasione di rimarcare la figuraccia dell’ex squadra a margine dell’All-Star Game turco:

“Speriamo di non concedere [ai nostri avversari] gli stessi punti che loro hanno concesso stanotte.”

Al di là della facile ironia di Blatt, che si è tolto qualche sassolino dalla scarpa, la débâcle ha davvero pochi precedenti: come ricorda ESPN, i Cavaliers non subivano 140+ punti dal 2002, ancor prima dell’ingresso di LeBron nella NBA.

Cleveland, inoltre, non concedeva così tanti punti in una sfida casalinga addirittura dal 29 gennaio 1980. Furono i Lakers, pur sconfitti, a metterne a referto 153 in un incontro chiuso dopo ben 4 overtime.

Non solo, dunque, Cleveland non è riuscita a portare LeBron oltre i 30.000 punti in carriera. I Cavs hanno anche fatto dire le seguenti, sconsolate parole al povero James:

“Non ho mai concesso 148 punti in vita mia, nemmeno – forse – ai videogiochi. Hanno ottenuto tutto ciò che volevano. In area, da fuori, hanno mosso bene il pallone…”

Coach Blatt, che non esclude un ritorno in NBA in futuro, si è divertito a punzecchiare.

 

Leggi anche:

Cleveland cerca della trade giusta

Cavs, Tyronn Lue fiducioso: “Abbiamo il migliore al mondo”

Crisi Cavaliers, LeBron James incerto sul futuro della squadra: “Non so cosa accadrà”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers