Seguici su

Houston Rockets

Trevor Ariza responsabile delle tensioni post Clippers-Rockets?

Ariza emerge, dalle interviste sostenute dalla Lega, come il principale responsabile dell’assurda lite post-partita fra Los Angeles Clippers e Houston Rockets

Dopo il gran polverone alzato dagli “scontri” dentro e fuori dal campo di gioco fra Clippers e Rockets di Martedì notte ecco che arrivano i primi rumors sull’accaduto.

La Lega sta indagando sui fatti attraverso vari colloqui con staff, dirigenti e altri addetti ai lavori presenti allo Staples Center. Secondo alcune fonti di ESPN sarebbe Trevor Ariza il principale responsabile degli eventi accaduti fuori dallo spogliatoio dei Los Angeles Clippers a seguito della partita vinta dai californiani

Secondo quanto emerge dai colloqui sempre più persone interrogate hanno raccontato di un Ariza furioso nel tunnel che porta ai locker room tenuto a stento da Harden e Paul. Come si è visto anche in campo, l’ala piccola degli Houston Rockets non ha “ben accolto” le parole rivoltegli da Austin Rivers tanto da portarlo a recriminare anche dopo il match con la complicità dei suoi compagni di squadra Harden, Gerald Green e, pare, marginalmente Chris Paul.

Non ci sono ancora notizie ufficiali su ciò che è accaduto lì dove le telecamere non possono registrare immagini video. Secondo Adrian Wojnarowski ad introdurre Ariza nello spogliatoio dei padroni di casa sarebbe stato CP3 attraverso una porta secondaria insieme a Green e Harden.

Blake Griffin ha detto riguardo all’accaduto:

“Eravamo dove dovevamo essere, eravamo nel nostro spogliatoio, quindi qualunque cosa accada laggiù, non possiamo controllare quello che fanno gli altri. Controlliamo ciò che noi abbiamo fatto. Tutti erano al loro posto. Questo è quanto. Dovresti chiedere a loro.”

Lo staff tecnico dei Clippers era in una stanza separata, ha sentito il putiferio e si è precipitato fuori giusto in tempo per vedere Paul spinto fuori dallo spogliatoio di casa.

Non il più bello dei ritorni quello di Paul nella notte in cui l’organizzazione Clippers aveva trasmesso un video-tributo per onorare le sue sei stagioni a Los Angeles.

Nella giornata di oggi sono previsti altri colloqui degli ispettori NBA atti a chiarire lo svolgimento dei fatti. Seguiranno aggiornamenti.

 

Leggi anche:

Risultati NBA: Davis e Cousins battono Irving, Lillard oscura il sole di Phoenix. Troppo Jokic per Dallas

I cinque migliori europei che abbia mai affrontato

Hammon, Bonner e le donne in NBA

Le cinque possibili prime scelte al prossimo Draft NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Houston Rockets