Seguici su

Curiosità

Vincere un titolo NBA giocando meno di 100 minuti: i 10 che ce l’hanno fatta

Esistono giocatori decisivi, uomini franchigia e campioni affermati. Esistono i comprimari, i gregari, i “secondi/terzi violini”. E infine esistono loro, giocatori da meno di 100 minuti di basket giocato in una stagione con il vanto di potersi definire con fierezza Campioni NBA.

Intro

Siamo abituati a giocatori il cui apporto è fondamentale per arrivare al titolo NBA, leader naturali da trenta e più minuti a partita (quaranta, in tempo di playoff). Campioni indispensabili che in alcuni casi hanno potuto stringere i Larry O’Brien, in altri hanno dovuto abbandonare la speranza di arrivare all’agognato titolo.

Ci sono poi i gregari, coloro che sono funzionali al gioco dei leader e senza i quali una squadra non potrebbe essere definita tale. Tiratori, difensori, rimbalzasti, specialisti in uno sport fatto di piccoli, piccolissimi dettagli.

Infine coloro che il campo l’hanno visto davvero poco, per una ragione o per un’altra. Eppure, malgrado il minutaggio che potremmo eufemisticamente definire scarso, questi giocatori hanno un qualcosa di davvero importante in comune: hanno vinto un titolo NBA pur giocando poco meno della durata di un film al cinema in tutto l’arco di una stagione. Come riferimento temporale abbiamo preso il limite dei 100 minuti segnato da Wayne Kreklow. La vera notizia è che c’è chi ha fatto peggio di lui.

Precedente1 di 11

Commento

Commento

  1. PippoNBA

    28/12/2017 15:18

    L’ultimo se è giapponese non gioca nel suo paese (Beijing Ducks sono cinesi).

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità