Seguici su

News NBA

76ers, Embiid e il debito con Hinkie: “È anche colpa mia se è stato silurato”

Embiid non dimentica le radici di “The Process”

Dopo anni dietro la scrivania nel ruolo di GM dei Sixers, da un anno e mezzo a questa parte Sam Hinkie si è stabilito nella Silicon Valley dove — come afferma chiaramente in questo pezzo a cura di Chris Ballard su SI — “non c’è lo stesso senso di vergogna per un fallimento che si prova in altri luoghi”.

Hinkie ha fatto un passo indietro ancor prima di poter vedere i primi frutti della sua lungimirante visione che va sotto il nome di “The Process”.

Joel Embiid, incarnazione  del Process per antonomasia,  ha recentemente dichiarato di sentirsi in debito con Hinkie stesso. I due, a quanto pare, sono rimasti in contatto. Di seguito le dichiarazioni raccolte da David Aldridge per NBA.com

Sì, ci scriviamo e parliamo ogni tanto. Voglio dire, è il ragazzo che mi ha scelto e ha fatto tutto il possibile perché io potessi recuperare. Ora sono in salute e sono tornato sul campo. In sostanza mi sento un po’ come se avesse perso il posto per colpa mia, perché ho saltato due stagioni. Gli devo molto.

Inside the NBA #4: Joel Embiid

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA