Seguici su

Curiosità

I 10 giocatori NBA che hanno cercato fortuna in giro per il mondo

Oggi più che mai l’Oriente ed il mondo cestistico fuori dagli USA chiamano a sè una miriade di giocatori che hanno militato nella lega professionistica statunitense. Lì dove nessuno credeva che il basket sarebbe potuto fiorire ogni giorno si sfidano vecchie glorie dell’NBA e giocatori che, non soddisfatti del loro ruolo da ripieghi, hanno cercato fortuna lontano dai parquet d’America.

Intro

Campioni in cerca di un ultimo contratto, role-player in cerca di gloria, talenti inespressi a caccia di rivalsa. Esiste un mondo molto variegato fuori dall’NBA, fatto di pallacanestro per tutti i gusti e per tutte le tasche. La globalizzazione ha toccato anche il basket statunitense e sono sempre di più i giocatori formatisi negli USA che, ad un certo punto nella loro carriera, decidono di tentare la fortuna altrove, in realtà cestistiche precedentemente inesplorate.

Dalla Cina al Giappone, passando per il fascino del Vecchio Continente, il richiamo del basket d’oltreoceano (nel senso inverso) è diventato un’occasione per molti: Anthony Bennett, con l’etichetta di prima scelta peggiore di sempre, è sbarcato in Europa e si è preso (senza meriti) un’Eurolega. Marbury e Fredette predicano basket in Cina, osannati come divinità pagane della palla a spicchi.

Quanto è davvero sviluppato il fenomeno migratorio dagli Stati Uniti? Scopriamo insieme i dieci giocatori che hanno scelto di portare i propri talenti in un basket diverso.

Precedente1 di 11

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Curiosità

Open