Seguici su

Cleveland Cavaliers

LeBron: “Il commento su Dennis Smith Jr. era una frecciata a Phil Jackson”

Il Re chiarisce i suoi commenti su Dennis Smith Jr. e Frank Ntilikina, approfittandone per lanciare qualche frecciatina all’ex Presidente dei Knicks.

Arrivano finalmente spiegazioni da parte di King James, che nel post partita di sabato contro i Dallas Mavericks aveva dichiarato che i New York Knicks avrebbero dovuto scegliere al draft Dennis Smith Jr. al posto di Frank Ntilikina, rispettivamente nona e ottava scelta assoluta. LeBron non risparmia inoltre qualche parolina anche per Phil Jackson, ritenuto il colpevole di questa scelta.

“Oh certo quel commento era una frecciata contro di lui, assolutamente.”

Ha affermato nella mattina James con un sorriso malizioso, subito dopo la sessione di tiro pre-partita in quel di New York, per Cleveland.com.

“Non sono un grande fan di Phil Jackson, ma questo credo già lo sappiate ragazzi.”

LeBron ha poi aggiunto di non aver nulla contro il rookie dei Knicks e di non volerlo certo sminuire, piuttosto il suo intento era quello di elogiare il giovane di Dallas, che ha potuto conoscere quando Dennis all’età di tredici anni ha partecipato ad un suo training camp.

“Il mio intento non era quello di mettere in cattiva luce Frank anzi…e lo chiarisco per tutte quelle persone che vivono in una bolla di vetro e soprattutto per Enes Kanter, che ha sempre qualcosa da ridire su tutto.”

Il centro di New York si era infatti espresso subito contro il parere del Re, postando un tweet di disapprovazione sui suoi social media.

“E’ la stessa identica situzione, penso che DeShaun Watson avrebbe dovuto essere un (Cleveland) Brown. Con questo però non dico certo che Myles Garrett non sarà un fantastico giocatore di football.”

 

 

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Cleveland Cavaliers