Seguici su

Boston Celtics

Marcus Smart non ha ricevuto nessuna offerta di rinnovo dai Boston Celtics

La deadline del 16 ottobre si avvicina e ancora l’agente non è stato contatto dalla franchigia. Nel caso, il giocatore diventera restricted free agent

Mancano 6 giorni all’ora X e cioè la data ultima in cui i Boston Celtics possono rinnovare il contratto di Marcus Smart prima che l’estate prossima molto probabilmente rifiuti la qualifying offer da poco più di 6M e diventi restricted free agent.

L’intenzione dell’ex Oklahoma State è sicuramente quella di rimanere ai Celtics a lungo, ma con un contratto che rispecchi il suo vero valore, a maggior ragione dopo che durante questa offseason molti giocatori scelti nel suo draft hanno firmato prolungamenti molto remunerativi (vedi Gary Harris 4 anni 84M). Fin ora però, come riferito a Shams Charania di The Vertical, al suo agente non è stata recapita nessuna offerta da parte della franchigia del Massachusetts ed è difficile che l’accordo possa essere raggiunto in così poco tempo.

Per i Boston Celtics Smart è un giocatore di rara importanza, soprattutto da questa stagione in cui, dopo le partenze di Bradley e Crowder, risulta essere l’unico vero difensore nella squadra, in grado di coprire le carenze difensive delle nuove stelle, in particolare di Kyrie Irving.

Brad Stevens stravede per il lui:

” è in grado di fare tante piccole cose che gli altri non fanno, che non finiscono nelle statistiche, ma che fanno impazzire gli allenatori”.

Anche Hayward ha parlato di Smart e come sia giocarci insieme:

“è un combattente, un cagnaccio, sempre in competizione. È bello giocarci insieme perché fa tutte quelle giocate di intensità che danno carica alla squadra e al pubblico”.

Smart in estate ha lavorato molto per migliorare alcuni aspetti del suo gioco come il tiro da tre punti (29% la scorsa stagione), allenandosi con uno specialista come Chaunsey Billups, oltre che perdere 9 Kg per migliorare in agilità.

Il ruolo che avrà il giocatore quest’anno non è ancora del tutto chiaro: se come spalla di Kyrie Irving nel quintetto o se come 6th uomo dalla panchina per portare la sua intensità nella second unit, ma già in queste gare di preseason si sono visti dei miglioramenti in fase offensiva e in particolare nel tiro pesante (58% per ora con 4 tentativi a partita).

Restano da capire quindi le intenzioni dei Boston Celtics sul futuro di Marcus Smart: in caso di mancato rinnovo, l’estate prossima il giocatore potrebbe ricevere delle offerte da altre squadre che Boston farebbe fatica a pareggiare senza ingolfare un salary cap già piuttosto alto con gli arrivi di Irving e Hayward.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Boston Celtics