Seguici su

L.A. Lakers

Los Angeles Lakers: continuano ad aumentare le quotazioni di Kyle Kuzma

Luke Walton: “l’idea di farlo partire in quintetto “è sul tavolo”, ma per ora mi piace molto di più così in uscita dalla panchina”

A Los Angeles doveva essere l’estate di Lonzo Ball, dovevano essere i Lakers di Lonzo Ball, invece in queste settimane il protagonista assoluto nella Città degli Angeli è stato Kyle Kuzma.

Il prodotto di Utah, dopo una Summer League da assoluto protagonista chiusa con 22 punti di media, 6 rimbalzi, il 48% da tre e 30 punti segnati nella vittoria in finale, sta continuando ad essere il migliore dei Giallo-Viola anche nelle gare di preseason.

19 punti, dimostrando di saper segnare in ogni modo (sugli scarichi ma anche creando dal palleggio, in penetrazione, spalle a canestro e in avvicinamento), 4 rimbalzi e il 62% dal campo le medie tenute fin ora, che gli sono anche valse il 2° posto nella votazione dei GM sulla potenziale steal del draft; Draft in cui Kuzma è stato scelto con il numero 27 dai Lakers grazie alla trade che ha portato D’angelo Russell ai Nets.

Il giocatore originario del Michigan veniva da un’ottima stagione nell’Università dello Utah, quella da Junior, con 16 punti e 9 rimbalzi a partita, ma come detto era arrivato ad LA come “l’altro Rookie”, entrando dalla porta secondaria, rispetto alla seconda scelta assoluta Lonzo Ball, stella predestinata e già fenomeno del marketing.

Ora però l’altro rookie sta mettendo in difficoltà le scelte di Luke Walton: infatti l’allenatore dei Lakers ha affermato a Eric Pincus di Bleacher Report che la possibilità di far partire Kyle Kuzma in quintetto “è sul tavolo”, ma in questo momento non vuole privarsi delle sue doti offensive in uscita dalla panchina. Sicuramente con l’inizio della stagione tra meno di dieci giorni l’allenatore dei Lakers dovrà rivedere la gestione dei minuti nel suo front court, perché anche Randle sta facendo vedere ottime cose e Larry Nance Jr, nonostante stia faticando a livello realizzativo, rimane imprescindibile per Walton a livello difensivo.

Grazie al suo fisico, alla velocità di piedi e alla sua pericolosità perimetrale, Kuzma potrebbe essere impiegato anche da numero tre dove oltre a Ingram, il cui inserimento e la cui struttura fisica è ancora in fase di costruzione, i Lakers hanno il solo Luol Deng che ormai può dare un contributo minimo e su cui Walton non sembra nutrire molte aspettative.

Per Kuzma sarà difficile mantenere questi numeri anche in regular season dove ci sarà sicuramente una diversa intensità e attenzione difensiva nei suoi confronti, a maggior ragione dopo le prestazione di quest’estate, ma sicuramente ora i Lakers sanno di possedere un’ulteriore arma offensiva nella loro faretra e quale modo migliore per testarla se non all’esordio, il 19 ottobre, nel derby Losangelino contro i cugini dei Los Angeles Clippers.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in L.A. Lakers