Seguici su

Golden State Warriors

Durant ed il caso Twitter, Embiid scherza sull’accaduto

Gaffe di Kevin Durant su Twitter. Parole dure su Donovan e OKC, ma parla di sé in terza persona.

Kevin Durant sa far parlare di sé nel bene e nel male, volontariamente e, a volte, senza volerlo.

Le notizie su di lui (come questa o questa) sono sempre più frequenti e spesso da accogliere con un sorriso per le situazioni a dir poco simpatiche. L’attuale polverone che si è alzato intorno a KD è una di quelle storie da prendere con il sorriso che però lascia un po’ di amaro in bocca.

E’ noto a tutti che Durant è molto attivo sui social e, soprattutto dopo la vittoria del titolo con i Warriors, non perde occasione per rispondere a tono ai naviganti che gli scrivono messaggi poco rispettosi. A quanto pare però sembra aver fatto un passo falso nella “crociata contro gli haters” . 

Un utente Twitter ha taggato KD (@KDTrey5) in un tweet dicendo di rispettare tutto il casino che si è creato intorno alla superstar ma chiedendogli per quale ragione sarebbe andato via da Oklahoma se non per vincere un titolo.

Subito dopo arriva la risposta al tweet dall’account ufficiale di Durant, ma nel testo del messaggio si parla di Durant in terza persona. A pensarci non desta particolari grattacapi, potrebbe trattarsi di un componente dello staff che gestisce l’account pubblico di KD. Se non fosse per il fatto che il messaggio è abbastanza duro: “non gli piaceva l’organizzazione o giocare per Billy Donovan. Il roster non era adeguato, erano solo lui e Russ”. E poi un’altra risposta: “Immagina di togliere Russ (Russell Westbrook) da quella squadra, vedrai quanto fossero scarsi. Kd non può vincere un campionato con quei bidoni.”

A questo punto un utente riesce a catturare uno screenshot prima che le risposte fossero cancellate.

E parte il caso Durant. Infatti è stato ipotizzato che KD abbia un account fasullo dal quale difende sé stesso su Twitter ed avendo dimenticato di effettuare l’accesso all’account fasullo abbia risposto con il suo account ufficiale dando luogo alla gaffe.

Tim Cato, giornalista di SB Nation, ha cominciato ad indagare ed ha scovato l’account “segreto” di KD su Instagram. Account che successivamente è stato modificato e poi eliminato. Il nome utente era quiresultan taggato in una foto dal fratello di KD, tradendo quindi l’identità della stella dei Warriors. Questo account è stato usato, secondo Catoda Durant per rispondere agli “haters” in modo molto esplicito come potete vedere più avanti nei tweet linkati di seguito.

Joel Embiid, altro attivista dei social, non ha perso l’occasione di prendere in giro Durant affermando in un tweet di essere migliore di Micheal Jordan e taggando quiresultan.

Il mondo dei social è spesso una insidia, soprattutto per chi gode di notorietà. Inutile in questa sede arguire sull’argomento social, sulla smaterializzazione dei rapporti umani che ha generato, ma è facile comprendere come chiunque, che sia una persona “comune” o un personaggio famoso, sia coinvolto dal lato social di internet e sia portato a mostrare anche il peggio di sé.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors