Seguici su

Golden State Warriors

Durant sbotta: “La mia frase su UA? Con Steph tutto ok, ogni pretesto è buono per dividerci”

Durant, uomo immagine Nike, è finito al centro di una polemica per una stoccata all’indirizzo di Under Armour, marchio che ha sotto contratto Steph Curry

Kevin Durant smorza in prima persona i toni della polemica dopo l’uscita infelice nel corso di un recente episodio di The Bill Simmons Podcast all’indirizzo di Under Armour [ «Nessuno vuole indossare Under Armour in campo»].

La frase pronunciata dal numero 35, uomo immagine della concorrente Nike, ha fatto discutere, soprattutto considerando che Steph Curry, suo compagno di squadra, ha un contratto con l’azienda con sede a Baltimora. Parole che, estrapolate e decontestualizzate, hanno dunque  rischiato di minare, almeno parzialmente, gli equilibri di spogliatoio dei Campioni NBA in carica.

Durant ha chiarito la situazione ai microfoni di Rachel Nichols di ESPN:

Io e Steph non siamo mai stati in conflitto da quando ho detto quella cosa.

[«È una sua opinione, ma non rispecchia il percorso che abbiamo fatto da quattro anni a questa parte come brand» era stata la risposta di Curry ndr]

Non abbiamo dovuto ricucire alcuno strappo. Ne abbiamo parlato, ho capito e siamo andati oltre.  Siamo gli Warriors, tutti stanno cercando di rompere  il nostro meccanismo di squadra, useranno ogni pretesto.

Curry: “Voglio più titoli, più divertimento, voglio di più per gli Warriors”

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors