Seguici su

Boston Celtics

Celtics, Ainge: “«Esploreremo» il valore della prima scelta assoluta”

Il GM dei Celtics è criptico sul destino della prima pick assoluta ottenuta nella Draft Lottery

Ainge

I tifosi di Boston hanno di che essere raggianti. Con una squadra già di ottimo livello – che stanotte giocherà gara 1 delle Eastern Conference Finals contro i favoriti Cleveland Cavs – i Celtics hanno centrato la prima scelta assoluta nella Draft Lottery della scorsa notte (scelta proveniente dai disastrati Brooklyn Nets). Il potenziale per costruire una dynasty è tangibile. Il general manager Danny Ainge ha parlato di cosa significhi per il futuro dei Celtics l’aver centrato la prima pick. È rimasto, però, piuttosto criptico sulle intenzioni della franchigia: selezionare e tenersi il miglior prospetto disponibile (Markelle Fultz?) o scambiare la scelta per arrivare a un top-15 NBA (Jimmy Butler? Paul George?)?

VALORE

Queste le parole di Ainge:

In prossimità della trade deadline abbiamo sondato il mercato alla ricerca di offerte interessanti per la nostra pick. Ma il 25% di possibilità di scegliere per primi – per quanto sembri una percentuale elevata – significa un 75% di chance di finire più indietro. Le altre squadre, in sede di mercato, l’hanno posta in questi termini. Noi ora abbiamo la prima scelta assoluta e ci prenderemo tutto il tempo per esplorarne il valore.

Le indicazioni provenienti dall’alto – vedi il proprietario di franchigia Wyc Grousbeck – sembrano chiare. La pick si tiene e ci si costruisce in casa uno dei pilastri del futuro, ragionando sul medio-lungo periodo. La possibilità di vincere nell’immediato, però, non può non tentare. I Celtics, come detto, partono sfavoriti contro i Cavs nelle Finali di Conference. Servirebbe una superstar, in vista della prossima stagione, per colmare il gap a livello di talento e hype con Cleveland e con i Golden State Warriors.

Ainge ha abituato i propri tifosi a colpi a effetto (impossibile dimenticare la doppia presa Kevin GarnettRay Allen di una decina di anni fa) e sa di avere un quantitativo di asset quasi imbarazzante dalla propria parte. I Celtics, infatti, hanno il diritto di scambiare anche la propria pick 2018 con i Nets, pick che potrebbe di nuovo rivelarsi di primissima fascia.

Il 2018 sarà una deadline in ogni caso importante: scadono Isaiah Thomas, Avery Bradley e Marcus Smart. I tre cardini del backcourt bostoniano. E allora pescare davvero un play di livello assoluto e di prospettiva come Fultz nel Draft 2017 potrebbe rivelarsi la mossa giusta.

I Celtics, come dice Ainge, hanno tutto il tempo di esplorare le alternative. Il cielo, comunque vada, sembra tornato limpido sopra al Garden.

NEWS NBA

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics