Casey dopo gara 3: “Dobbiamo cambiare qualcosa”

Casey dopo gara 3: “Dobbiamo cambiare qualcosa”

Dopo la pesante sconfitta di gara 3 l’allenatore dei Raptors si sente chiamato a dover cambiare qualcosa per provare a raddrizzare la serie contro Milwaukee

Dopo la batosta di stanotte, in casa Raptors si riflette su come raddrizzare una serie già quasi compromessa.

Una sconfitta in casa in gara 1, una vittoria in casa per il rotto della cuffia in gara 2 e una batosta da 27 punti di scarto in gara 3. Questo è l’andamento della squadra di Toronto fino ad oggi nei Playoffs.  Ora bisogna inventarsi qualcosa per tornare a sperare di andare avanti per i Raptors.

Dobbiamo cambiare qualcosa. Dobbiamo farlo”.

Dice Dwane Casey, l’allenatore dei Raptors in vista di gara 4.

“Abbiamo cercato di cambiare qualcosa all’intervallo di gara 3 ma chi entra deve cercare di fare la differenza“.

Il cambiamento di gara 3 a cui si riferisce Casey è l’aver iniziato il terzo quarto senza Valanciunas ma con Corey Joseph in campo, abbassando il quintetto i Raptors potevano tentare di alzare il ritmo per creare più possessi e più possibilità di rimonta. Ma una partita iniziata 32-12 fuori casa è difficile da raddrizzare rientrando dopo l’intervallo (a meno che tu non abbia Lebron James in campo).

La statistica che fa più paura in casa Raptors è il plus-minus combinato degli starting five su 100 possessi dall’inizio della serie: -20.6 punti. Vuol dire che quando i Raptors giocano col quintetto base (è successo per 31 minuti in tre gare…) Torono va sotto di 20 sistematicamente.

Tuttavia, a parte la mera questione statistica, Toronto gioca ad un ritmo torppo compassato e la palla si muove troppo poco fluidamente in attacco secondo Casey:

Dobbiamo muovere meglio la palla, è la prima cosa che dobbiamo migliorare dalla prossima gara“.

Appuntamento a domenica 22 per gara 4. Decisiva per la serie.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy