Seguici su

L.A. Clippers

Clippers, Doc Rivers spera di mantenere questo gruppo anche la prossima stagione

Quella che sta arrivando sarà una off season particolarmente importante per i Clippers vista la situazione contrattuale di molti giocatori. Doc Rivers, coach e presidente della franchigia californiana, spera però di poter mantenere questo gruppo anche il prossimo anno.

rivers

Nonostante i Los Angeles Clippers abbiano pareggiato la serie con gli Utah Jazz, portandosi sull’1-1, sono in molti a pensare che una massiccia ristrutturazione del roster sia dietro l’angolo, indipendentemente dall’esito di questo primo turno di playoffs. Tuttavia Doc Rivers, allenatore e presidente operativo della franchigia, in una intervista rilasciata a Sam Amick di USA Today ha dichiarato che farà di tutto affinché questo gruppo di giocatori insieme pur considerando le situazioni contrattuali di Chris Paul, Blake Griffin e J.J. Redick che potrebbero uscire dal contratto.

Il coach campione NBA nel 2008 ha dichiarato che sarebbe sciocco da parte sua e della proprietà non avere ancora fiducia in un gruppo che nelle ultime cinque stagioni ha sempre raccolto almeno 50 vittorie in regular season per affidarsi ad un gruppo nuovo di giocatori. L’ex allenatore dei Celtics ha anche aggiunto di avere sempre usato come esempio gli Utah Jazz di Stockton e Malone che dopo anni di sconfitte in post season, riuscirono a raggiungere le Finals.

I Clips però, come abbiamo scritto nei giorni scorsi, sono una delle due franchigie che finirà la stagione oltrepassando la luxury tax già con i contratti attuali di CP3, Griffin e Redick. Come fa notare Amick, il trio guadagna complessivamente 50 milioni di dollari ma tale cifra salirebbe ad oltre 65 nella stagione 2017/2018 solo per coprire i contratti dei primi due, portando il monte salari del team a 140 milioni che si tradurrebbe in 50 milioni di multa.

Insomma, nonostante le dichiarazioni di Rivers vadano in quel senso, pare molto difficile (se non addirittura impossibile) che il roster dei Clippers possa rimanere lo stesso anche nella prossima stagione. Anche se oltre che coach Doc Rivers è di fatto anche il GM della squadra, l’ultima parola riguardo ogni tipo di operazione spetta al proprietario Steve Ballmer. E se Paul e compagni non dovessero fare molta strada in questi playoffs, nonostante la fiducia di Ballmer nel suo allenatore, non è affatto scontato che lui e Rivers continueranno a sedersi ad un tavolo per discutere le strategie future.

Dando per scontato un nuovo contratto per Chris Paul, non sembrano esserci troppe cose sicure in casa Clippers che anzi saranno uno di quei team che merita di essere osservato attentamente durante l’estate.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers