Stephon Marbury crede ancora al progetto Knicks.

Stephon Marbury crede ancora al progetto Knicks.

L’ex giocatore dei Knicks crede che sia ancora possibile che la presidenza di Jackson possa portare ancora delle soddisfazioni.

Nonostante il fatto che, da quando Phil Jackson ha assunto la presidenza dei New York Knicks, la franchigia non sia mai riuscita ad accedere ai playoff e non abbia mai collezionato più di 32 vittorie nell’arco di una stagione, esistono ancora persone che credono che il futuro della squadra possa essere luminoso.

Una di queste persone è Stephon Marbury. L’ex giocatore della Grande Mela infatti, dopo aver trascorso cinque anni nella franchigia, ritiene di conoscere abbastanza bene il clima e la pressione mediatica che accompagna questa squadra per credere nelle capacità del coach Zen.

Penso che con l’impegno e il tempo la situazione possa cambiare. Quando si ottiene una persona del calibro di Phil Jackson ci si aspetta che i cambiamenti possano accadere da un giorno all’altro, quando invece è necessario diverso tempo. Ma con leader come lui hanno preso la persona giusta per quanto riguardano le decisioni. E’ di New York, sa benissimo come trattare la piazza; se non si riesce a trattare con essa bisogna andarsene, se perdi parla di te, quando vinci ti ama. I veri Newyorkesi lo sanno questo.

Marbury ha inoltre speso alcune parole riguardo a Carmelo Anthony e Derrick Rose, i giocatori di maggior talento dell’intero roster.

Io non credo che Carmelo debba cercare una nuova sistemazione. Da quello che ho sentito, lui vuole giocare a basket qui. Devono costruire intorno a lui e Rose, sono due giocatori di talento, non sono anziani, hanno ancora molto di loro da dare a questo sport. Quelli della dirigenza, prima che gli dessero tutti quei soldi, sapevano benissimo che Melo richiede il pallone e gioca in un certo modo.  Mescolare il triangolo ed il suo stile potrebbe essere necessario almeno fino al prossimo anno.

LEGGI ANCHE:

Harden: “Nella corsa all’MVP contano le vittorie”

L’NBA s’inchina a Westbrook, le reazioni dei giocatori

Playoff, si delineano le squadre qualificate alla postseason

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy