Sixers, Brett Brown: “Rookie dell’Anno? È roba nostra”

Sixers, Brett Brown: “Rookie dell’Anno? È roba nostra”

Joel Embiid e Dario Saric hanno fatto faville nella propria stagione di debutto

Commenta per primo!
Brown

A breve, con la postseason, arriveranno i premi di squadra e individuali per la regular season 2016-2017. Quando si parla di Matricola dell’Anno, i candidati sono realisticamente riducibili a tre: Malcolm Brogdon, scelto al secondo giro dai Milwaukee Bucks, Joel Embiid e Dario Saric. Gli ultimi due, come noto, sono entrambi giocatori dei Philadelphia 76ers. Della questione Rookie of the Year ha parlato il coach di Philly, Brett Brown.

PRESENTE E FUTURO

Queste le parole di Brown:

Quel premio è roba nostra, vincerà un giocatore dei Sixers. Non ci sono dubbi.

Il che, in effetti, è molto probabile. Con tutto il rispetto per le ottime cose fatte vedere dall’insospettabile – almeno a inizio stagione – Brogdon, Embiid ha mostrato le stimmate dell’hall of famer (pur in sole 31 partite), mentre Saric è stato il rookie numericamente più solido dell’intera classe del 2016: i 17.7 punti, 7.3 rimbalzi e 3.3 assist di media messi a referto dall’All-Star break in poi parlano per lui.

Difficile prevedere chi tra Embiid e Saric riuscirà a portarsi a casa il premio. Quel che è più facile supporre, invece, è che il futuro dei Sixers, con due giovani indiavolati così (e Ben Simmons) sia roseo. Philly, dopo tante stagioni difficili, potrebbe essere vicina al ritorno nei piani alti della Lega.

NEWS NBA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy