Vocabolario NBA: Cos’è il premio Rookie of the Year?

Vocabolario NBA: Cos’è il premio Rookie of the Year?

Chi viene eletto Rookie of the Year della NBA? Chi sceglie la migliore matricola? Alla scoperta del ROY nella nuova puntata di Vocabolario NBA!

Karl-Anthony Towns, Rookie of the Year della NBA 2016

Il premio Rookie of the Year della NBA, talvolta abbreviato in ROY, è un riconoscimento annuale, consegnato alla migliore delle matricole, ovvero i giocatori alla prima stagione nella lega. Il trofeo è intitolato a Eddie Gottlieb, allenatore e poi proprietario dei Philadelphia Warriors fra gli anni ’50 e ’60.

Ogni anno, al termine della stagione regolare, in NBA vengono assegnati vari premi individuali. MVP, ROY, COY e MIP non sono abbreviazioni da chat, né sigle sindacali, ma acronimi che indicano alcuni di questi riconoscimenti. Con #VocabolarioNBA scopriremo cosa significano e come vengono assegnati. Dopo aver parlato del premio dedicato agli allenatori e di quello per il giocatore più migliorato, passiamo ai novellini della NBA. Potrebbe essere utile leggere un’altra puntata di Vocabolario NBA: Cosa significa “rookie”?

Emeka Okafor, NBA Rookie of the Year 2005
Non è bellissima questa immagine? Emeka Okafor, Rookie of the Year 2005. L’anno prima l’aveva vinto LeBron James. Giusto per non fare paragoni fuori luogo. Credits to: Pinterest, via Google.

CHI SCEGLIE IL ROOKIE DELL’ANNO? – Il vincitore viene selezionato al termine della stagione regolare da un gruppo di giornalisti e analisti sportivi statunitensi e canadesi. Ogni membro della commissione deve scegliere tre rookie, da ordinare in modo preciso: il primo riceve cinque punti, il secondo tre e il terzo uno. La matricola che riceve più punti sarà nominata Rookie of the Year di quell’anno.

LA STORIA DEL PREMIO – La NBA assegna ufficialmente il premio dalla stagione 1952-1953, quando lo vinse Don “Monk” Meineke dei Fort Wayne Pistons. Meineke era stato scelto con la chiamata n°12 del Draft 1952, all’epoca al secondo giro. Meineke in quella stagione, oltre a vincere il premio, fissò un paio di record. Guidò la lega per falli commessi (334) e per espulsioni (26). Con 68 partite giocate, tenne la media di 4,91 falli a partita. Probabilmente non voleva farsi mettere i piedi in testa. Chiuse la stagione con 10,7 punti e 6,9 rimbalzi a partita. Non male, ma fu la migliore della sua (breve) carriera NBA. Minutaggio e numeri statistici (falli compresi) calarono drasticamente nelle altre quattro stagioni giocate.

LEGGI ANCHE: “Cos’è e come funziona il draft?

Don Monk Meineke, Rookie of the Year 1953
Una foto di Monk Meineke che regge una foto di Monk Meineke, primo Rookie of the Year della NBA, nel 1953. Credits to: www.daytonadailynews.com, via Google.

CURIOSITÀ – Fra gli oltre 60 vincitori del Rookie of the Year Award, 21 erano stati scelti con la prima chiamata assoluta del proprio Draft. Solo due fuoriclasse come Wilt Chamberlain e Wes Unseld riuscirono a vincere nello stesso anno del ROY anche il premio MVP, mentre altri 12 riuscirono a vincerlo negli anni seguenti. In tre occasioni non c’è stato un solo vincitore, ma due a pari merito: Dave Cowens e Geoff Petrie nel 1971, Grant Hill e Jason Kidd nel 1995 e Elton Brand con Steve Francis nel 2000. Cinque rookie hanno ricevuto il premio all’unanimità, ovvero accaparrandosi tutti i voti come prima opzione: Ralph Sampson, David Robinson, Blake Griffin, Damian Lillard e l’anno scorso Karl-Anthony Towns.

ROY E REYROY inteso come Rookie of the Year, non come Brandon Roy, che comunque ha vinto il ROY (…) nel 2007. E no, Rey non è un altro premio, né un’altra sigla. Qui s’intende re in spagnolo, e parliamo di Pau Gasol. Ecco la sua particolarità. Fra tutti i vincitori del premio, solo cinque sono nati fuori dei confini degli USA: Patrick Ewing in Jamaica, Tim Duncan nelle Isole Vergini americane, Pau Gasol in Spagna (anche se laggiù qualcuno preferirebbe dire “Catalunya“), Kyrie Irving in Australia e Andrew Wiggins in Canada. Ciononostante Ewing si trasferì nella zona di Boston, Massachusetts all’età di 11 anni, Duncan giocò al college a Wake Forest, Irving vive negli USA dall’età di 2 anni e Wiggins ha giocato in una high school statunitense a partire dall’anno da junior. Pau Gasol, quindi, è l’unico Rookie of the Year a essersi formato dal punto di vista cestistico completamente fuori dagli Stati Uniti.

Pau Gasol, Rookie of the Year 2002.
Pau Gasol, Rookie of the Year 2002. Dopo quella foto è uscito a far strage di cuori. Photo via Google.

I VINCITORI – Riportiamo l’elenco completo dei vincitori del premio di NBA Rookie of the Year. Se scorrendo la lista ti chiederai «Cosa sarà mai una scelta “territoriale”?», significa che non hai ancora letto Cos’è e come funziona la Draft Lottery? – Parte 1 e Parte 2. Fila a leggere, infedele!

Stagione Giocatore Squadra Scelta al Draft e anno
1952-1953 Don Meineke Fort Wayne Pistons 35 (1952)
1953-1954 Ray Felix Baltimore Bullets 1 (1953)
1954-1955 Bob Pettit Milwaukee Hawks 2 (1954)
1955-1956 Maurice Stokes Rochester Royals 2 (1955)
1956-1957 Tom Heinsohn Boston Celtics Territoriale (1956)
1957-1958 Woody Sauldsberry Philadelphia Warriors 60 (1957)
1958-1959 Elgin Baylor Minneapolis Lakers 1 (1958)
1959-1960 Wilt Chamberlain Philadelphia Warriors Territoriale (1959)
1960-1961 Oscar Robertson Cincinnati Royals 1 (1960)
1961-1962 Walt Bellamy Chicago Packers 1 (1961)
1962-1963 Terry Dischinger Chicago Zephyrs 8 (1962)
1963-1964 Jerry Lucas Cincinnati Royals Territoriale (1962)
1964-1965 Willis Reed New York Knicks 8 (1964)
1965-1966 Rick Barry San Francisco Warriors 2 (1965)
1966-1967 Dave Bing Detroit Pistons 2 (1966)
1967-1968 Earl Monroe Baltimore Bullets 2 (1967)
1968-1969 Wes Unseld Baltimore Bullets 2 (1968)
1969-1970 Kareem Abdul-Jabbar Milwaukee Bucks 1 (1969)
1970-1971 Dave Cowens Boston Celtics 4 (1970)
Geoff Petrie Portland Trail Blazers 8 (1970)
1971-1972 Sidney Wicks Portland Trail Blazers 2 (1971)
1972-1973 Bob McAdoo Buffalo Braves 2 (1972)
1973-1974 Ernie DiGregorio Buffalo Braves 3 (1973)
1974-1975 Jamaal Wilkes Golden State Warriors 11 (1974)
1975-1976 Alvan Adams Phoenix Suns 4 (1975)
1976-1977 Adrian Dantley Buffalo Braves 6 (1976)
1977-1978 Walter Davis Phoenix Suns 5 (1977)
1978-1979 Phil Ford Kansas City Kings 2 (1978)
1979-1980 Larry Bird Boston Celtics 6 (1978)
1980-1981 Darrell Griffith Utah Jazz 2 (1980)
1981-1982 Buck Williams New Jersey Nets 3 (1981)
1982-1983 Terry Cummings San Diego Clippers 2 (1982)
1983-1984 Ralph Sampson Houston Rockets 1 (1983)
1984-1985 Michael Jordan Chicago Bulls 3 (1984)
1985-1986 Patrick Ewing New York Knicks 1 (1985)
1986-1987 Chuck Person Indiana Pacers 4 (1986)
1987-1988 Mark Jackson New York Knicks 18 (1987)
1988-1989 Mitch Richmond Golden State Warriors 5 (1988)
1989-1990 David Robinson San Antonio Spurs 1 (1987)
1990-1991 Derrick Coleman New Jersey Nets 1 (1990)
1991-1992 Larry Johnson Charlotte Hornets 1 (1991)
1992-1993 Shaquille O’Neal Orlando Magic 1 (1992)
1993-1994 Chris Webber Golden State Warriors 1 (1993)
1994-1995 Grant Hill Detroit Pistons 3 (1994)
Jason Kidd Dallas Mavericks 2 (1994)
1995-1996 Damon Stoudamire Toronto Raptors 7 (1995)
1996-1997 Allen Iverson Philadelphia 76ers 1 (1996)
1997-1998 Tim Duncan San Antonio Spurs 1 (1997)
1998-1999 Vince Carter Toronto Raptors 5 (1998)
1999-2000 Elton Brand Chicago Bulls 1 (1999)
Steve Francis Houston Rockets 2 (1999)
2000-2001 Mike Miller Orlando Magic 5 (2000)
2001-2002 Pau Gasol Memphis Grizzlies 3 (2001)
2002-2003 Amar’e Stoudemire Phoenix Suns 9 (2002)
2003-2004 LeBron James Cleveland Cavaliers 1 (2003)
2004-2005 Emeka Okafor Charlotte Bobcats 2 (2004)
2005-2006 Chris Paul New Orleans Hornets 4 (2005)
2006-2007 Brandon Roy Portland Trail Blazers 6 (2006)
2007-2008 Kevin Durant Seattle SuperSonics 2 (2007)
2008-2009 Derrick Rose Chicago Bulls 1 (2008)
2009-2010 Tyreke Evans Sacramento Kings 4 (2009)
2010-2011 Blake Griffin Los Angeles Clippers 1 (2009)
2011-2012 Kyrie Irving Cleveland Cavaliers 1 (2011)
2012-2013 Damian Lillard Portland Trail Blazers 6 (2012)
2013-2014 Michael Carter-Williams Philadelphia 76ers 11 (2013)
2014-2015 Andrew Wiggins Minnesota Timberwolves 1 (2014)
2015-2016 Karl-Anthony Towns Minnesota Timberwolves 1 (2015)

Continuate a seguire Vocabolario NBA, solo su NbaReligion.com!

La rubrica #VocabolarioNBA:

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy