Seguici su

Ncaa

Finale NCAA: North Carolina Campione

In una partita non certo indimenticabile sotto il profilo spettacolare e arbitrata malissimo, i Tar Heels si prendono la loro rivincita, 365 giorni dopo la sconfitta contro Villanova, e si laureano Campioni NCAA per la sesta volta.

C’erano tutti i presupposti per assistere ad una grande partita e invece sia i 77.000 dello University of Phoenix Stadium di Glendale, Arizona che tutti quelli rimasti incollati davanti alla TV sono rimasti un po’ delusi. Sicuramente non sono mancati intensità e agonismo ma da due teste di serie numero uno, era lecito aspettarsi uno spettacolo migliore (e per la verità anche dalla terna arbitrale). Al termine dei 40 minuti, selvaggi, a trionfare sono i Tar Heels di North Carolina che, 365 giorni dopo la sconfitta subita per mano dei Villanova Wildcats, si prendono la loro rivincita.

Eppure l’avvio di gara non era stato neppure malvagio, soprattutto grazie agli Zags di Gonzaga che grazie alla solita grandissima difesa (la migliore della Nazione con soli 62 punti di media concessi in questo Torneo) e una sontuosa percentuale dalla lunga distanza passavano in vantaggio che ha toccato anche il +7. UNC, squadra che vive di transizione e di rimbalzi offensivi, incapace di reagire e di attuare il proprio piano partita tuttavia, i ragazzi di Coach Roy Williams (alla sua quarta Finale con l’ateneo di Chapel Hill) hanno avuto il merito di rimanere in linea di galleggiamento e, appena il ritmo (e quindi anche le percentuali) sono calate, nella seconda metà della prima frazione, si sono rifatti sotto grazie ad un grandissimo Joel Berry, andando all’intervallo sotto di soli 3 punti. Un vero affare vista la disastrosa percentuale al tiro e l’altrettanto pessima prestazione di Justin Jackson. Nella ripresa però la musica sembra cambiare: sembrano vedersi le 10 finali di differenza che ci sono tra i due atenei. North Carolina parte aggressiva mentre i ragazzi di Coach Mark Few (prima Finale) appaiono insicuri e frastornati. Karnowski, per la verità mai entrato in partita, è costretto alla panchina per problemi di falli e stessa sorte tocca poco dopo anche a Collins. Sembra il punto di non ritorno per gli Zags e invece, ai Tar Heels manca lo spunto giusto per piazzare l’allungo. Inizia dunque un tamburello che si protrae fino a 27 secondi dalla fine quando Isaiah Hicks piazza il jumper del +3. Gonzaga non ne ha più e il finale recita, 71-65 e North Carolina Campione NCAA.

Doveva essere la sfida tra Nigel Williams-Goss e Justin Jackson e invece entrambi, specialmente il secondo, non hanno brillato. Doveva essere la prima volta (al primo colpo) per Mark Few e per gli Zags e invece 365 giorni dopo il canestro di Jenkins sulla sirena, è arrivato il giorno della redenzione per Roy Williams e i suoi Carolina Blue and White.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Ncaa