Seguici su

News NBA

John Wall: “Gli arbitri ci hanno fatto perdere la partita”

Il giocatore dei Wizards è furioso con gli ufficiali di gara dopo la sconfitta contro i Jazz

Mancano pochi giorni all’inizio dei Playoff e le partite, anche se ancora di regular season, assomigliano sempre di più, specialmente per alcune squadre alla ricerca disperata di una migliore posizione in classifica, a degli scontri diretti. È questo ciò che è accaduto durante la sfida di questa notte tra Wizards e Jazz.

Al termine della sfida, infatti, John Wall, che ha commesso stanotte il quindicesimo fallo tecnico della stagione, intervistato dai media, ha rilasciato dichiarazioni a dir poco aggressive contro gli arbitri del match:

Non ho detto nulla agli arbitri in quest’ultimo periodo perché so in che situazione mi trovo, ma il modo in cui hanno gestito la gara stasera non ha alcun senso. Hanno tirato 31 liberi contro solo 16 nostri. Noi siamo una squadra aggressiva che attacca il canestro. Questa cosa non ha senso. Mi sono dovuto far bendare il braccio perché sanguinava e l’arbitro mi ha detto che non era fallo. Questa cosa sta sfuggendo di mano. Noi non abbiamo perso la partita, sono gli arbitri che ce l’hanno fatta perdere. Abbiamo combattuto duramente per avere un’occasione. Ma non puoi tirare 31 liberi contro solo 16 nostri visto il modo aggressivo in cui attacchiamo il canestro. Ecco come mi sento. 

Wall ha inoltre aggiunto di aver tentato, senza successo, di farsi togliere alcuni falli tecnici dal totale di quelli accumulati

Altri giocatori ci sono riusciti, io no. L’unica cosa che posso fare è tenere la bocca chiusa come sto facendo. Avrei capito se mi avessero dato un flagrant 1 per quel fallo (riferendosi al tecnico preso durante la sfida di stanotte) ma darmi un tecnico non ha senso.

Anche Coach Brooks non ha mancato di esprimere la sua rabbia

Hanno detto che è stato un “atto ostile”. Ho vissuto molte risse quando giocavo e, dai, un atto ostile? Seriamente? È ridicolo. Dobbiamo controllare le nostre emozioni, ma stava difendendo. È passato attraverso un blocco. Il ragazzo aveva fatto un gran blocco. Se è successo qualcosa è stato solo un contatto accidentale. Non è un mio compito prendere quelle decisioni, io devo allenare la squadra, ed è già un lavoro abbastanza complicato. I giocatori devono giocare. Gli arbitri devono arbitrare. Ho molto rispetto per la lega, ma quello non era un tecnico. 

Ai Wizards sono stati fischiati 23 falli contro, mentre ai Jazz 18.

Succede nel corso di una partita di basket – ha aggiunto Wall – i giocatori combattono per passare oltre i blocchi. Non è che gli sono corso addosso di proposito e poi mi sono fermato. Non sapevo cosa fosse successo e ho continuato a giocare. L’arbitro ha detto che era un fallo tecnico. Ma non c’è stato nessuno scambio tra di noi, quindi io stavo soltanto cercando di passare oltre il blocco e non sapevo di averlo colpito. Quindi ho continuato a giocare. 

 

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA