Seguici su

Detroit Pistons

Reggie Jackson demoralizzato: “Sono l’ombra di me stesso.”

Il playmaker dei Pistons commenta laconicamente la sua stagione di convivenza con gli infortuni.

L’infortunio di Reggie Jackson ha praticamente azzoppato ogni ambizione dei Detroit Pistons di raggiungere per il secondo anno consecutivo una posizione valida per i playoff.

La franchigia della Motor City infatti sembra intenzionata a lasciare che la tendinite al ginocchio sinistro di Jackson  si risolva naturalmente, chiudendo di fatto la possibilità di vedere ancora in campo per questa stagione il playmaker.

Il giocatore, intervistato sul suo stato di salute, ha commentato amaramente la situazione.

Ci sono giocate che ho fatto la scorsa stagione e che non ho potuto replicare a causa di questa limitazione, e ho dovuto conviverci per tutto il tempo. In questa stagione a volte mi sentivo bene e pensavo di potercela fare, altre volte invece mi sentivo solo l’involucro di me stesso.  Io non prendo decisioni, voglio solo andare là fuori e competere al più alto livello ogni giorno, che si tratti di un allenamento o di una gara. Questo è ciò che ci motiva come giocatori.

LEGGI ANCHE:

Steve Kerr: “D’Antoni sarà il Coach of the Year”

Lance Stephenson torna a casa! Born Ready di nuovo ai Pacers

Denver, frecciata dall’ex Nurkic : “Auguro ai Nuggets una splendida estate”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Detroit Pistons