Seguici su

Cleveland Cavaliers

LeBron sulla crisi dei Cavs: “E’ una situazione delicata”

Lebron James ha parlato dopo la sconfitta di stanotte contro gli Spurs. Tuttavia il Re non sembra volere mettere benzina sul fuoco all’interno di un periodo complicato per i suoi Cavs

Meno 29 a San Antonio nella notte. Primato ad Est momentaneamente perso. Iniziano a suonare dele sirene in casa Cavs. La situazione può, e dovrebbe, essere considerata preoccupante per i campioni in carica.

I numeri di Cleveland dall’All Star Break in poi parlano chiaro: 8-10 il record, quattro sconfitte nelle ultime sei in trasferta, seconda peggior difesa della NBA.

LeBron si è espresso così nel post partita a San Antonio:

E’ un periodo delicato per noi in questo momento. C’è molta gente che parla in spogliatoio […] Ho imparato negli anni che c’è sempre modo e tempo per esprimersi in certe situazioni. Devo aspettare il momento giusto per parlare. Il mio turno arriverà“.

Così James sembra non voler buttare benzina sul fuoco. La situazione in spogliatoio sembra piuttosto tesa e una sfuriata ora alzerebbe solamente il livello di tensione. Mancano nove partite all’inizio dei playoffs e ora come ora sarebbe controproducente alzare il volume della voce.

L’efficienza difensiva dei Cavs è ai minimi storici. Solo una squadra nell’NBA forza meno palle perse degli avversari dei Cavs. Ma oltre alla difesa, per Tyrone Lue, il problema sembra essere più concernente l’attività atletica dei suoi:

Sembriamo sempre molto più lenti dei nostri avversari. Ci battono in palleggio, in transizione, sembrano semplicemte più veloci di noi“.

Anche qui, numeri alla mano, il coach dei Cavs sembra avere colto il punto. Secondo SportVU, gli Spurs, avversari nella notte dei Cavs sono il quinto attacco più veloce della lega. I cavs in questa classifica si piazzano all’ultimo posto. Trentesimi su trenta. In difesa invece, gli Spurs sono la quarta squadra più veloce a rientrare. I cavs la ventiseiesima.

Gli infortuni di J.R. Smith, appena rientrato, e ancora lontano da una condizione fisica da playoffs, di Kevin Love, mai affididabile a livello fisico, di Kyle Korver, fuori per una settimana per dolori al piede, e il dover riuscire ad inserire i nuovi arrivati (Deron Williams e Derrick Williams), sono elementi che hanno contribuito, e contribuiscono, a rendere la situazione dei Cavs sempre più delicata.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers