Seguici su

Curiosità

Aldridge rientra in campo ed è subito record

Dopo l’assenza forzata, che lo ha tenuto lontano dai campi per una più di settimana, LaMarcus Aldridge nella notte è tornato sul parquet (molto prima del previsto) giusto in tempo per scrivere un record.

Nonostante la sconfitta, condita anche da una prestazione personale non proprio indimenticabile ma prevedibile vista l’assenza forzata dai campi, di motivi per sorridere LaMarcus Aldridge ne ha più di uno.

Dopo che i San Antonio Spurs, infatti, avevano dichiarato lo scorso 10 Marzo che Aldridge sarebbe rimasto fuori a tempo indeterminato causa aritmia cardiaca (LEGGI QUI), nessuno si immaginava di vederlo in campo fino alla prossima stagione e invece il lungo ex Portland Trail Blazers, nella notte ha indossato la sua canotta numero 12 per sfidare proprio i suoi ex compagni.

Inoltre, nonostante le sue brutte percentuali (9/24 totale al tiro) e la sconfitta un po’ a sorpresa dei suoi, per Aldridge non sono finiti i motivi per sorridere. Nei 32 minuti in cui è stato in campo ha realizzato 19 punti, numero sufficiente per consegnargli un record: la seconda scelta assoluta al Draft del 2006 da Texas, dietro al nostro Andrea Bargnani, infatti è diventato l’unico giocatore, assieme a LeBron James e Dwyane Wade, ad aver segnato almeno 1000 punti in ognuna delle ultime 10 stagioni.

Sorride (e festeggia) dunque Aldridge ma sorridono anche gli Spurs che, nonostante non fossero andati proprio male durante la sua assenza, ritrovano una pedina fondamentale in vista dei Playoffs ma anche per riacciuffare la vetta della Western Conference, persa proprio stanotte a discapito degli Warriors, che conferierebbe ai Texani il vantaggio del campo in una ipotetica ma non certo peregrina Finale di Conference proprio contro Curry e compagni.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità