LeBron James scontento dell’arbitraggio

LeBron James scontento dell’arbitraggio

LeBron James ha urlato contro gli arbitri, prendendosi un fallo tecnico. Troppi pochi fischi in favore della stella dei Cavaliers quando entra in area.

LeBron James sarebbe scontento per l’arbitraggio nei suoi confronti. Questo quanto riporta Dave McMenamin di ESPN sulla stella dei Cleveland Cavaliers.

CONTATTI NON FISCHIATI – Nel corso della partita persa martedì contro gli Utah Jazz, James ha ricevuto il secondo fallo tecnico della stagione. Il motivo: aver urlato a uno degli arbitri di aver subito fallo da Shelvin Mack. Questa la probabile scintilla che ha fatto esplodere la rabbia di James: aveva sentito Coach Quin Snyder chiedere espressamente a Mack di fare fallo su di lui. James ha quindi ammesso di essersi sentito particolarmente frustrato nei confronti degli arbitri.

Sì, ho subito il fallo. Ma so bene che la cosa più importante è la vittoria.

DIFFICILE ENTRARE NEL PITTURATO – Secondo James, riporta McMenamin, gli arbitri stanno ignorando i contatti a suo discapito, quando entra in area diretto a canestro. Si tratta del modo in cui James segna la maggior parte dei suoi punti. Sembra quindi che James abbia sottolineato:

I giocatori che si affidano più ai tiri che alle entrate sono ricompensati da risultati positivi.

CONFRONTI – McMenamin prova anche a fare un confronto con altre superstar della NBA. Jimmy Butler dei Chicago Bulls ha già avuto due partite con 20 o più tiri liberi nel 2017. James Harden degli Houston Rockets è andato in doppia cifra di tiri liberi tentati in sette delle ultime nove partite.

LEGGI ANCHE: LeBron James: “Non potrei mai fare l’allenatore!”

LEGGI ANCHE: NBA Heroes: LeBron James [parte 1] e [parte 2]

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy