Hassan Whiteside: “Chi dice che i grandi centri si sono estinti non segue l’NBA”.

Hassan Whiteside: “Chi dice che i grandi centri si sono estinti non segue l’NBA”.

Il centro dei Miami Heat difende la propria categoria d’appartenenza

Commenta per primo!
Whiteside

Hassan Whiteside è uno dei pochi centri “vintage” d’elite rimasti in NBA. Alto 2 metri e 15 per 120 chili di peso, fortissimo fisicamente e atletico (15.9 rimbalzi e 2.7 stoppate di media in questo 2016-2017), ma quasi totalmente privo di range di tiro (0 triple tentate in carriera, in una lega dove ormai anche i pennelloni di 2.25 come Kristaps Porzingis tirano da tre), potrebbe sembrare una sorta di anacronismo in carne, ossa e “pagaiate” sotto canestro. Lo stesso Whiteside, però, non è d’accordo.

NUOVI DINOSAURI

Queste le parole che il centro dei Miami Heat ha rilasciato al Sun Sentinel, a seguito della sconfitta subìta la scorsa notte contro i Philadelphia 76ers in cui ha messo a referto un career-high da 32 punti:

Non c’è una sera che sia una in cui io possa stare tranquillo sotto canestro. In tutta l’NBA ci sono un paio di squadre che non hanno un centro titolare di livello, gli altri lunghi sono tutti di alto profilo. Prendi Embiid, che è un prospetto e che ha detto chiaramente che vuole contribuire a riportare il gioco in post al livello di quello dei migliori del passato. Per non parlare di star come Dwight Howard, Andre Drummond e DeMarcus Cousins. Chi mi dice che mi posso prendere delle sere di riposo non so che partite guardi. Per me questi tizi non capiscono nulla di NBA.

Il talento in effetti c’è, la volontà neanche troppo sottesa di Whiteside di autoannoverarsi tra i migliori centri della Lega pure; entrando più nel merito tecnico: è indiscutibile che i lunghi non siano “morti” (vanno citati anche DeAndre Jordan e Marc e Pau Gasol, tra gli altri), ma è altrettanto indiscutibile che quasi tutti i più giovani abbiano range di tiro (Karl-Anthony Towns, gli stessi Porzingis ed Embiid). Whiteside, tecnicamente e anagraficamente (ha 27 anni) è in una sorta di limbo. Un nuovo vecchio dinosauro che, vera e propria scheggia impazzita nel panorama NBA di oggi, si ostina a non estinguersi e a banchettare solo nei pressi del ferro.

NEWS NBA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy