Seguici su

New Orleans Pelicans

Anthony Davis sulla brutta partenza dei Pelicans: “Non mi arrendo, voglio vincere”.

4-10 di record, Buddy Hield che non sta convincendo, Solomon Hill che pare strapagato; ma Davis continua a crederci

Davis

I New Orleans Pelicans, nonostante l’inizio stagione super di Anthony Davis, al momento hanno un deprimente record di 4 vittorie e 10 sconfitte e sono terzultimi nella Western Conference. La squadra della Louisiana, nondimeno, viene da 2 partite vinte consecutive e inizia – anche grazie al ritorno in campo di Jrue Holiday – a dare qualche timido segno di miglioramento. Anthony Davis,  dal canto suo, con 31.7 punti, 11.3 rimbalzi e 2.92 stoppate di media in stagione, non ha intenzione di mollare.

PERSEVERANZA

Queste le parole dell’ala grande in merito, rilasciate a The Vertical:

Voglio vincere da sempre e continuo a voler vincere. Non penso al record negativo che abbiamo in questo momento. I miei compagni hanno bisogno della mia leadership, devo essere io a motivarli e a condurli alla vittoria. Non m’interessano le voci sulla nostra squadra; i giornalisti non sono nello spogliatoio dei Pelicans e non sanno cosa ci diciamo e come approcciamo le partite. Conta solo quello che facciamo noi giocatori: dobbiamo dare il massimo. 

Davis, 23 anni, è alla prima stagione di un contratto quinquennale da 145 milioni di dollari. L’aggiunta più onerosa della free-agency, l’ala piccola Solomon Hill, sin qui ha deluso (quadriennale da 12 milioni l’anno e solo 4.6 punti di media) e pure Buddy Hield – da molti indicato tra i favoriti nella corsa al Rookie of the Year – sta faticando. I Pelicans sperano che la striscia positiva aperta col ritorno di Jrue Holiday continui. La voglia di vincere di Davis, in un contesto perdente, non potrà durare per sempre.

NEWS NBA

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in New Orleans Pelicans