Warriors ancora vittoriosi. Bene anche Spurs ed OKC. Ko Cleveland e Clippers

Warriors ancora vittoriosi. Bene anche Spurs ed OKC. Ko Cleveland e Clippers

Soccombono le capoliste delle due Conference. I Warriors conquistano il Canada e career high per Porzingis. Questo e molto altro nelle 11 partite della notte.

Non parleremo di…

Tanta carne al fuoco in questa notte NBA densa di appuntamenti. Undici le partite andate in scena oltreoceano, delle quali ne tralasceremo cinque.

Non parleremo di Washington Wizards-Philadelphia 76ers. Incontro disputato fra due franchigie dei bassifondi dell’Est e vinto dai concittadini di Rocky per 109-102. Nella Città dell’amore fraterno arriva così la seconda vittoria casalinga e totale della stagione, dopo essere rimasti in controllo per tutti e 48 i minuti di gioco. Non basta a Washington Wall con 27 per far fronte ad un buon Okafor con 19 e sopratutto a El Chacho Rodriguez da 12 assistenze, fra cui questo cioccolatino no-look

Non parleremo di New Orleans Pelicans-Orlando Magic 82-89. S’incupisce la spirale negativa dei Pelicans, i quali arrivano in Florida senza poter contare sul proprio giocatore franchigia: Anthony Davis. Sono al completo invece i Magic, che, con una prestazione corale ed un ultimo quarto decisivo, tornano ad imporsi sul ritorno di fiamma avversario, verificatosi in terza frazione (23-13 pro New Orleans di parziale). 5 i giocatori di Orlando in doppia cifra, con il solito Ibaka (16 punti e 8 rimbalzi) a dirigere le operazioni.

Non parleremo di Dallas Mavericks-Boston Celtics 83-90. Nel Texas si attende ancora il rientro di Nowitzki ed un pieno recupero di Deron Williams (0 punti in 9 minuti di utilizzo per lui questa notte). Nel frattempo, non è sufficiente il neo acquisto da Gsw per vincere al TD Garden. A Boston i Celtics gestiscono il vantaggio sino all’ultimo quarto (nonostante un parziale da Prima Divisione di 14-10 in seconda frazione), quando i Mavs vanno avanti di qualche lunghezza, ma solo per cedere di lì a poco al decisivo allungo avversario. Per Boston arriva l’undicesima prestazione consecutiva a +20 punti per il piccolo Isaiah Thomas con 30 realizzati e quella voglia irrefrenabile di essere sempre più come The Answer.

Non parleremo di Milwawkee Bucks-Atlanta Hawks 100-107. Con (spoiler!) la sconfitta di Cavs e Raptors, gli Hawks infilano la sesta vittoria consecutiva, utile per attentare al primo piazzamento ad Est. I Bucks di Antetokounmpo e Parker vendon cara la pelle alla Philips Arena, ma non basta per rimediare ad un orrendo secondo quarto da appena 9 punti, al fronte dei 31 concessi ai padroni di casa. Atlanta vince e convince giocando sempre più come una squadra anche senza Howard, fuori per una contusione al quadricipite. 6 gli atleti in doppia cifra per gli Hawks con Millsap top scorer da 21 punti.

Infine, non parleremo di Phoenix Suns-Denver Nuggets 104-120. Passeggiata di salute quanto mai provvidenziale per il Gallo e compagni, ai quali serviva una vittoria per riprendersi da uno stordente inizio di stagione. Nella città dei pionieri quasta notte è andato in scena il Wilson Chandler show, che dal pino ha bucato la retina per un totale di 28 punti. Il controllo costante sulla gara è stato frutto anche della buona prestazione di Danilo e The Manimal, con 20 punti e 15 rimbalzi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy