Kevin Durant si apre: “Amo Westbrook, non l’ho mai pugnalato alle spalle”

Kevin Durant si apre: “Amo Westbrook, non l’ho mai pugnalato alle spalle”

KD e Wes: da amici a nemici, da compagni ad avversari. Giovedì ci sarà il primo scontro tra i due e per l’occasione Durant ha voluto esprimere i suoi sentimenti sul play dei Thunder.

kevin durant westbrook

Giovedì notte assisteremo ad una partita che in molti, dai tifosi agli stessi giocatori, aspetta con famelica curiosità: gli Oklahoma City Thunder saranno ospiti dei Golden State Warriors alla Oracle Arena. Tradotto (o meglio semplificato ai minimi termini): Westbrook vs Durant. 

Per la prima volta in carriera infatti le due stelle in questione si affronteranno da rivali in una partita NBA, una situazione particolarmente accesa visto il clamoroso addio di Kevin Durant ai Thunder e la sua firma con i Warriors. In una sessione di Q&A KD ha voluto affrontare alcuni aspetti del suo rapporto con Westbrook, sul quale si è detto e scritto tanto in questa offseason. Ecco alcuni estratti riportati da nbcsports.com:

“Io voglio bene a Russ, non mi importa quello che dica la gente, quello che dice lui o quello che dicono i fan. Ovviamente questo è un momento duro nel nostro rapporto, ma gli voglio davvero bene, a lui e alla sua famiglia. Questo è tutto quello di cui sono sicuro, non ho fatto niente di moralmente sbagliato, non l’ho mai pugnalato nella vita reale, non ho mai fatto nulla alle sue spalle e non ho mai parlato male di lui con altre persone. Il fatto che l’ho informato della mia decisione via messaggio? E’ un qualcosa di cui parleremo io e lui. Non dico di non essere in torto, non dico di aver fatto ciò nella maniera giusta, ammetto le mie responsabilità. Non affronteremo questa questione pubblicamente tuttavia. Affronteremo le nostre divergenze come uomini guardandoci negli occhi, anche se adesso è un momento difficile, alla fine rimaniamo fratelli. Tutte le voci sul fatto che eravamo divisi quando giocavamo insieme erano pure bugie. Ed anche i rumors sul fatto che io stia parlando male dei Thunder e di Russell. Stanno solo cercando di dividerci, come hanno fatto quando giocavamo insieme. Non ho nulla contro Russell”.

Se abbiamo imparato a conoscere un minimo Westbrook, l’unica risposta che possiamo aspettarci da lui avverrà sul campo, dove al momento sta macinando triple doppie; siamo sicuri che non vorrà fare nessuna eccezione contro i Warriors.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy