Ginobili: “Ho dato la p@**@ destra per gli Spurs.”

Ginobili: “Ho dato la p@**@ destra per gli Spurs.”

L’argentino ha commentato, senza troppi giri di parole, l’infortunio al testicolo destro subìto nella scorsa stagione

Commenta per primo!
Ginobili

C’è chi per lo sport dà il sudore. Chi il sangue. Chi i testicoli. È il caso di Manu Ginobili, che ha parlato dell’infortunio subito nella scorsa stagione che lo ha costretto a operarsi in zona “gioielli di famiglia”.

COJONES

Ormai la parola di cui sopra è entrata nel lessico sportivo più o meno universalmente accettato (sorella cattiva di termini calcistici come “garra”, o “falso nueve”). E chi, più della 39enne guardia dei San Antonio Spurs, è uomo di “cojones”?

Ginobili, in una recente intervista rilasciata a News 4 San Antonio, ha commentato il più doloroso e insolito dei (tanti) problemi fisici sofferti nel corso della carriera:

Ho immolato il mio testicolo destro per la causa Spurs. Ho dato tutto per questa maglia. Tutto. Ora posso dirlo senza paura di essere smentito. 

L’argentino si è infortunato a febbraio quando, in una partita degli Spurs contro i New Orleans Pelicans, Ryan Anderson lo ha colpito con una ginocchiata fortuita. Risultato: dolore atroce, operazione e una dozzina di partite saltate. Ma ora Ginobili, giunto alla 15esima stagione NBA e con un curriculum infinito di accadimenti in stile “ho visto cose che voi umani…”, ha pure la forza di scherzarci sopra. Cojones, è sempre la solita storia.

NEWS NBA

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy