Gregg Popovich: “Ora Leonard è più sicuro di sé”

Gregg Popovich: “Ora Leonard è più sicuro di sé”

Il Coach dai San Antonio Spurs si gode il suo gioiello dopo la convincente vittoria contro i Golden State Warriors

Leonard

Nonostante la comprensibile difficoltà di aver perso un campione di quel calibro, la prima partita dei San Antonio Spurs d.D. (dopo Duncan) è stata un successo su tutti i fronti, soprattutto considerato che il 129-100 contro i Golden State Warriors che tutti reputano i grandi favoriti, è arrivato sul parquet di quella Oracle Arena che in questi ultimi 2 anni è stato un fortino quasi completamente inespugnabile.

E tra tutti i componenti del roster nero-argento quello che ha sicuramente colpito di più è stato Kawhi Leonard, autore di 35 punti, il suo record in carriera. Oltre a tutti gli appassionati e i tifosi, però, c’è stata una persona che è stata particolarmente soddisfatta, oltre che della singola prestazione, dell’atteggiamento generale di Leonard, e quella persona risponde al nome di Gregg Popovich. Ecco le parole del Coach a Nate Duncan:

Ora Kawhi mi dice cosa vuole fare. Prende la palla, allontana chi vuole fare il blocco per il pick-and-roll. Decide se vuole andare uno contro uno senza blocco. È molto più chiaro nei suoi atteggiamenti e cerca di più il tiro. Sa di avere la luce verde per fare quello che vuole. Credo che questa sia la differenza. Tira da 3 o penetra verso il canestro, trova i compagni liberi sul parquet. Quando la difesa si concentra su di lui è in grado di trovare qualcuno come Patty Mills libero e pronto al tiro. È impossibile da marcare.  È molto più sicuro di sé, più aggressivo e più affamato di canestri del passato.

Il nuovo allenatore di Team USA ha riservato bellissime parole al suo giocatore che, dopo la partenza di Duncan, con Ginobili e Parker ormai giunti, molto probabilmente, all’ultimo rodeo, e con un Aldridge che non ha convinto in pieno, avrà sulle spalle il compito di riportare nuovamente gli Spurs ai playoff, con le Finals che, per quanto possa essere ostica la Western Conference, rimangono sempre alla portata degli Speroni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy