Come sarebbero le squadre NBA se tutti giocassero nella propria città

Come sarebbero le squadre NBA se tutti giocassero nella propria città

Una provocazione. O meglio, un gioco. Tutti (o quasi) i quintetti delle squadre NBA ridisegnati in base alla provenienza dei giocatori: take a look!

INTRODUZIONE

LeBron James ha finalmente coronato il suo sogno (la scelta del verbo NON è puramente casuale). Un possibile motivo di ispirazione per molti: vincere un titolo NBA nella propria città, circondato dalla gente che ti ha visto crescere. Forse l’apice massimo del godimento per uno sportivo.

Ragionandoci su, è venuta fuori una provocazione:

E se tutti decidessero di fare questa scelta, come verrebbero ridisegnati i quintetti NBA?

Se tutti davvero in realtà venissero selezionati da un draft che si basa sul posto dove si è cresciuti, come scenderebbero in campo le franchigie NBA? Vi proponiamo la carrellata di quintetti che ne è venuta fuori, con squadre a volte improvvisate e altre stellari.

La domanda è una sola: chi vincerebbe il titolo? 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Albe23htt - 2 mesi fa

    Tecnicamente Curry è nato ad Akron e tra l’altro nello steso ospedale di LeBron (:

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dessel - 2 mesi fa

      Infatti, è quello che ho pensato anch’io, anche se è vero che è cresciuto a Charlotte. E poi mi chiedo anche in base a quali criteri abbiano diviso Lakers e Clippers

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy