Reggie Jackson si sottopone a una terapia, recupero incerto

Reggie Jackson si sottopone a una terapia, recupero incerto

Reggie Jackson si sottopone a una particolare terapia per curare la tendinite al ginocchio sinistro. Parla Coach Stan Van Gundy.

jackson

L’infortunio di Reggie Jackson ha messo in difficoltà i Detroit Pistons. Per curare il riacutizzarsi della tendinite al ginocchio sinistro, Jackson ha scelto di sottoporsi a una terapia che prevede l’utilizzo di plasma arricchito di piastrine. Questo quanto dichiarato da Coach Stan Van Gundy ai reporter. Nessuna data fissata per il ritorno.

TEMPI INCERTI – Van Gundy aveva già previsto che Jackson sarebbe rimasto fuori “per un po’” e che la durata del periodo di riposo sarebbe dipesa dal tipo di terapia. Il nativo di Pordenone si era già sottoposto a questo trattamento non chirurgico (noto come PRP, da platelet-rich plasma) nel 2011. La previsione è di circa 6-8 settimane lontano dal campo.

Le parole di Van Gundy:

Si tratta di un periodo significativo. Ha giocato molte partite e molti minuti. Ha fiducia in questa terapia, non è qualcosa di definitivo, ma per lui ha funzionato in passato. Penso che lui sia tranquillo.

REGGIE IN ASCESA – Nel primo anno del quinquennale da $80 milioni con i Pistons, la scorsa stagione Jackson ha messo a referto 18.8 punti e 6.2 assist a partita con il 35.3% dall’arco e 19.6 di PER. Tutti career high per Jackson. I Pistons cercheranno fra i free agent un sostituto per lo spot di point guard.

LEGGI DI PIÙ: Detroit Pistons Preview: il ritorno di Motor City

LEGGI DI PIÙ: Stan Van Gundy: “Boban Marjanovic è immarcabile sotto canestro”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy