NBA Media Day, Houston Rockets: parla James Harden

NBA Media Day, Houston Rockets: parla James Harden

James Harden si concentra molto sul concetto di leadership e sulle speranze per la prossima stagione.

Commenta per primo!

Nell’appuntamento con l’NBA Media Day uno dei più attesi è stato sicuramente James ‘il Barba’ Harden. Tra i protagonisti assoluti di questa prima giornata dedicata ai media. Sempre di più in una veste da leader.

Ecco le sue parole.

“Sono molto eccitato, ma anche soddisfatto del lavoro che stiamo facendo. Sia sul campo sia fuori per conoscerci meglio e creare un bel legame all’interno dello spogliatoio. Rispetto all’anno scorso ci sono molte meno distrazioni, ma anche un allenatore nuovo e dei nuovi giocatori di ottimo livello. Andiamo tutti sulla stessa linea d’onda e questo è ottimo. L’obbiettivo? Il titolo! Abbiamo delle possibilità e sarà difficile per tutti batterci, io credo che si possa puntare in alto. Quest’estate mi sono guardato allo aspecchio e ho capito che doveva cambiare qualcosa, nella mia leadership, e adesso sto lavorando sodo anche sotto questo aspetto, guardo avanti. Devo migliorare, sia come giocatore che come persona. Sento di essere uno dei più forti giocatori della lega e posso giocare forte sia in attacco che in difesa, è questione di intensità. Ho avuto momenti difficili, si certo, chi non li ha? Ci sono giorni o anni difficili, è normale che accada e alla fine ti fortifica. Conosco bene coach D’Antoni e mi piace la sua filosofia, è in grado di rendere migliori i giocatori che ha tra le mani. Non è l’unico grande coach che abbiamo, tutto lo staff è di altissimo livello, a noi sta solo il compito di seguirli e apprendere il possibile. Abbiamo una squadra molto forte, tanti tiratori di livello. È molto importante averne perché costringono la difesa a non poter aiutare ed io ho più spazio, ma non solo io, chiunque abbia la palla. Poi abbiamo un grande lungo come Nene che a sua volta stringe la difesa su di se, il potenziale offensivo è molto buono. Come lavoro per essere un leader? Beh, quando sbaglio sono sempre il primo ad ammetterlo, e parlo con tutti i miei compagni. Questo perché sia io che loro siamo rutti sullo stesso piano, ci serve per crescere insieme, siamo tutti sulla stessa barca. Cerchiamo di stare uniti. La comunicazione è molto importante, se pensi qualcosa dilla! È importante parlare in una squadra, dentro e fuori dal campo. Se ci sono dei problemi parliamone insieme, è il modo più genuino di risolverli. Ovviamente siamo tutti ragazzi diversi, esiste un modo diverso di relazionarsi con ognuno di noi. Ma l’importante è comunicare. La comunicazione è la chiave di ogni successo. La chimica di squadra è molto importante. Quest’ anno credo che potremo andare lontano!”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy