Kevin Garnett, addio a Minnesota e all’NBA: the Big Ticket si ritira

Kevin Garnett, addio a Minnesota e all’NBA: the Big Ticket si ritira

Il lungo ex Celtics e Nets ha risolto il suo contratto che lo legava con Minnesota e chiude la sua straordinaria carriera annunciando ufficialmente il ritiro.

Kevin Garnett

Ora è ufficiale: Kevin Garnett lascia i Minnesota Timberwolves e chiude qui la sua carriera da giocatore professionista in NBA. L’annuncio è arrivato ieri notte tramite il suo account personale di Instagram attraverso un video (che a breve vi mostreremo sottotitolato in italiano) nel quali comunica ai fan di tutto il mondo la sua decisione finale.

Nell’ultima stagione il veterano campione NBA con la maglia dei Celtics era sceso in campo in 38 occasioni. Il suo ruolo, nella sua ultima avventura “a casa” dopo il ritorno avvenuto nella prima metà del 2015, era quello di fare da chioccia ai tanti giocatori giovani approdati a Minneapolis: su tutti Karl Anthony-Towns, centro titolare e futura superstar di questa lega su cui si poggiano le speranze dei tifosi, assieme a Andrew Wiggins.

KG lascia la NBA dopo 21 stagioni fantastiche dove ha saputo conquistare anche un trofeo MVP nel lontano 2004 viaggiando a 24 punti e 13.9 rimbalzi di media. Sicuramente hall of famer nei prossimi anni, sarà ricordato come uno delle migliori power forward della storia del gioco. Storia dimostrata anche dai numeri: è uno dei 3 giocatori della storia ad aver collezionato 25000 punti, 10000 rimbalzi e 5000 assist in carriera, proprio come Kareem Abdul-Jabbar e Karl Malone.

“The Revolution”… appunto, anche il suo addio alla NBA.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy