Steph Curry: “L’innesto di Kevin Durant non richiederà sacrifici”

Steph Curry: “L’innesto di Kevin Durant non richiederà sacrifici”

Il folletto di Golden State prende la parola e decide di togliere la negatività mediatica creatasi dopo l’acquisto di Kevin Durant.

kevin durant curry

I Golden State Warriors sono stati senza dubbio la “squadra dell’estate” o quantomeno la squadra di cui si è parlato di più, dalla loro sconfitta alle finals dopo aver sprecato un vantaggio di 3 a 1 sino alla clamorosa firma del free agent più atteso dell’anno, ovvero Kevin Durant. Proprio l’acquisizione di KD ha portato folate di vero e proprio odio e dubbi alla corte di coach Steve Kerr, dubbi che per la maggior parte vertevano sulla difficile convivenza tra le superstar del roster dei californiani.

L’uomo simbolo dei Warriors, Steph Curry, ha voluto rispondere di persona sul tema degli eventuali cambiamenti che la squadra dovrà affrontare. Queste le sue parole raccolte per noi da ESPN:

“La nostra mentalità non cambierà per nulla. Proprio per questo motivo KD ha scelto di firmare con noi, perché sapeva che non avremmo dovuto fare nessun tipo di sacrificio o altro, che avremmo dovuto semplicemente essere noi stessi per far si che questo funzioni. Ci saranno alcuni aggiustamenti da fare a seconda di come scorrano le partite e per quanto riguarda il lavorare insieme, ma per quanto riguarda chi siamo e cosa dobbiamo fare è solo un’opportunità per elevare noi stessi. Tutti i discorsi sulla nostra squadra e su come la gente ci vede non ci interessano. Siamo chi siamo, siamo una contender per il titolo che si sta muovendo in avanti”.

Steph Curry dunque elimina ogni possibile problema legato all’innesto di Kevin Durant: non ci resta che attendere il verdetto del campo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy