Brandon Jennings con un’ennesima sentenza

Brandon Jennings con un’ennesima sentenza

Il neo giocatore dei New York Knicks si esprime ancora una volta in un giudizio fortemente contestato sui social.

Commenta per primo!

Come ben noto, Brandon Jennings ha un modo tutto suo di vedere e giudicare le cose, in particolar modo se si parla di basket. In passato lo abbiamo sentito esprimersi con molta sicurezza su diversi temi: l’addio di LeBron a Cleveland e Kobe più forte di Jordan solo per citarne alcuni.

Ancora una volta il play ex Virtus Roma fa discutere per una sua affermazione: il confronto questa volta è tra Reggie Miller e Robert Horry. Sul suo profilo twitter, il giocatore dei Knicks, ha detto che potendo scegliere tra le carriere dei due, sceglierebbe ogni volta quella di Horry.

Là dove molti lo hanno criticato e gli hanno ricordato quanto fosse stato forte l’ex Indiana Pacers, Jennings ha chiarito dicendo che non era intento a paragonare i due giocatori e non aveva nulla da criticare a Miller. Semplicemente avendo la possibilità di scegliere lui preferirebbe tutta la vita vincere 7 anelli piuttosto che essere un grande giocatore, per quel che lo riguarda sono i titoli che fanno la differenza.

Sembra quindi chiaro che il ragazzo di Compton anteponga la vittoria di squadra ai riconoscimenti individuali. Per concludere, poi, la discussione che si era animata sul suo profilo, si è espresso sulla sua attuale squadra: i New York Knicks

“Credo che se tutti ci trovassimo in salute ci sarebbero delle chance di vittoria. Un anello a NY sarebbe la cosa più grande che possa accadere dal titolo dei Lakers nel 2000, ma ancora più grande.”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy