Seguici su

News NBA

La NBPA si dice fiduciosa che la lega eviterà il lockout

Con le parole del direttore esecutivo Michele Roberts la NBPA si dice fiduciosa che, entro la deadilne di dicembre, il contratto collettivo sarà adeguato

Nonostante l’accordo tra i Proprietari e i giocatori sia ancora lontano dal potersi definire concluso, sembra ogni giorno più probabile che, prima della deadline per uscire dal contratto del 15 dicembre di quest’anno, si avrà un nuovo accordo collettivo che permetta di evitare il lockout.

Il direttore esecutivo della NBPA (associazione dei giocatori) Michele Roberts si è infatti detto fiducioso che un nuovo accordo si possa trovare entro i prossimi mesi. Ecco le sue parole: “Ho sentito che Adam [Silver] si è detto ottimista. Lo stesso ho fatto anche io, quindi mi piacerebbe che prima o poi potessimo indire una conferenza stampa in cui potremo annunciare insieme di avere un accordo e che non ci sarà alcuna interruzione dei lavori, che non ci sarà il lockout. Detto questo devo essere pronto a tutto, ma sono ottimista“.

Come detto sopra, nell’accordo decennale firmato nel 2011, le parti si erano riservate la possibilità di uscire dal contratto dopo 5 anni, e questa possibilità scade il 15 dicembre di quest’anno. Nel caso in cui le parti non si dovessero accordare in tempo, sempre secondo le parole di Roberts, la scelta della NBPA sarebbe quella di esercitare il suo diritto ad uscire dal contratto per ottenere condizioni più vantaggiose, anche se, in ogni caso, l’obbiettivo è quello di raggiungere un accordo senza la necessità di uscire dal contratto e, conseguentemente, interrompere la stagione.

Ci saranno sviluppi nei prossimi mesi, ma la situazione sembra comunque destinata a concludersi nel migliore dei modi, con una stagione 2016-2017 giocata nella sua interezza e senza problemi legali come nel 2011.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in News NBA