Seguici su

Golden State Warriors

Aggiornamenti sulla situazione Draymond Green

Il centro dei Golden State Warriors, arrestato per una rissa qualche tempo fa, potrebbe aver trovato la soluzione per questa problematica extra-cestistica.

Continuano ad uscire aggiornamenti sulla vicenda che ha portato all’arresto di Draymond Green a seguito di una rissa avvenuta circa due settimane fa e che potrebbe vedere un’eventuale fine solamente dopo le Olimpiadi di Rio alle quali il giocatore dei Golden State Warriors prenderà regolarmente parte.

Le ultime news relative a questa situazione, riportate per noi dal “The Detroit Free Press”, vedono Draymond Green che avrebbe accettato un patteggiamento, dichiarandosi colpevole, con l’accusa dunque che andrebbe a ridimensionarsi sensibilmente in quanto il giocatore non dovrà fronteggiare alcun periodo di detenzione o un ulteriore procedimento penale, ma pagherà una multa di 560 dollari.

Tecnicamente infatti l’accusa verrebbe dunque ridimensionata ad una sorta di “disturbo della quiete pubblica” che rimanendo pur sempre un’infrazione della legge non prevede un perseguimento penale: ma tutto ciò sarà possibile solamente se Draymond Green non avrà alcun tipo di contatto con la vittima dello “schiaffeggiamento” Jermaine Edmondson, giocatore di football per Michigan State, o non vedrà ulteriori accuse rivolte nei suoi confronti, altrimenti verrà riaperto il procedimento nei termini originari e D-Money sarà perseguibile penalmente.

Sebbene le prime reazioni dell’opinione pubblica vedano Green come una sorta di privilegiato per questo tipo di trattamento, l’assistente del procuratore, David Meyers, ha dichiarato al Lansing State Journal che tale procedura di patteggiamento è assolutamente conforme alle regole e si tratterebbe di un procedimento del tutto legittimo.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors