Pat Riley: “Avrei dovuto provare a tenere Wade”

Pat Riley: “Avrei dovuto provare a tenere Wade”

Parla il presidente dei Miami Heat, Pat Riley, rispondendo a domande sul mercato e sul futuro della squadra della Florida

wade

Pat Riley non è mai stato uomo dalle mezze misure, è sempre stato uno che va dritto al punto. In campo da giocatore, in panchina da allenatore o in conferenza stampa da presidente. Poco importa. A chi gli chiede come si stanno muovendo i suoi Heat in questa free agency risponde secco:

Abbiamo avuto un’estate dura. Punto e basta.

Poche, ma buone. Come i soldi offerti a Wade che sperava bastassero per trattenere il capitano di Miami:

Rimpiango di non essermi impegnato al 100% per provare a trattenerlo. Avrei voluto dare a Wade quello che meritava, ma non a costo di paralizzare le nostre chance di vittoria. Non gli ho ancora parlato dopo la sua decisione. Gli sto scrivendo una lunga mail e gliela manderò quando sarà pronta. Nessun risentimento.

A leggere tra le righe, però, i rimpianti sembrano essere non pochi. Ai quali Riley spera di non aggiungere quelli per Chris Bosh, ancora convalescente.

La situazione al momento è tranquilla. Bosh vuole giocare e a noi piacerebbe rivederlo in campo, ma non ci sono certezze. Non dipende purtroppo da noi. Bisognerà aspettare settembre per saperne di più, ma sembra essere sulla strada giusta

In chiusura di conferenza, Una battuta sui Playoff? Miami farà da spettatrice la prossima post season?”

Non ho dubbi sul fatto che Miami possa competere per un posto ai Playoff.

E se non li ha lui, figurarsi noi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy