Seguici su

News NBA

Warriors compatti attorno a Green, tutti contro LeBron

Da Thompson a Curry, passando per Bogut e Speights: lo spogliatoio di Golden State non ci sta per la sospensione inflitta al loro 23 e attacca il leader dei Cavs

warriors

I Golden State Warriors fanno quadrato attorno a Draymond Green, sospeso dalla Lega in vista di gara 5 delle NBA Finals 2016 per aver colpito nelle parti basse LeBron James nel quarto periodo di gara 4. Dopo un’attenta analisi delle immagini televisive, l’NBA ha deciso di affibbiare un flagrant di tipo 1 al numero 23 dei campioni in carica mentre a LBJ solo un fallo tecnico: per The Dancing Bear si tratta del quarto flagrant rimediato in questi Playoffs, ergo sospensione automatica nella partita successiva.

I Warriors tuttavia non ci stanno e in coro difendono Green, attaccando allo stesso tempo LeBron per averlo provocato scavalcandolo mentre lui era a terra col cosiddetto “step-over”. Klay Thompson torna sui fatti di gara 4 dichiarandosi sorpreso della reazione del The Chosen One al trash talking del prodotto di Michigan State.

Sono scioccato dalla reazione di alcune persone che prendono sul personale le parole che si dicono in campo. E’ risaputo che la nostra è una Lega fatta da uomini duri e la competizione è sempre alle stelle. Nella mia carriera ho sentito tante di quelle brutte cose che l’altra sera in confronto non mi pare sia successo nulla di che. Anch’io ho subito tanti insulti e provocazioni ma sono sempre qui, non sto a lamentarmi. Certo, non piace a nessuno essere insultato e ognuno reagisce in maniera diversa ma credo che si sta esagerando adesso.

Andrew Bogut invece non digerisce le parole di alcuni membri dei Cavs – vedi Tyronn Lue che è stato molto critico nei confronti degli arbitri – nel lamentarsi del trattamento arbitrale: l’australiano non nomina il coach di Cleveland ma il riferimento è chiaro.

Non ho mai sentito una squadra che ha tirato nel complesso più tiri liberi dell’altra nel corso della quattro partite, lamentarsi così tanto per la direzione degli arbitri. Magari non sono fortissimo in matematica, ma mi pare che più liberi per loro vogliano dire più falli fischiati a loro favore.

Molto duro uno dei veterani dei Warriors, Marreese Speights, che ha sparato a zero contro LeBron rimarcando il suo comportamento irrispettoso.

Quando uno fa cose del genere, non si può non perdere il rispetto nei suoi confronti. Ho sempre nutrito profondo rispetto per LeBron e per quello che ha fatto nel corso della sua carriera, fin dai tempi dell’high school, ma questa è stata una caduta di stile. Ha fatto apposta a passare sopra a Draymond che si è visto le sue palle in faccia, come reagireste voi se vi saltassero sopra e vi mettessero le palle in faccia? LeBron era consapevole che Dray, con un altro flagrant, sarebbe stato sospeso. Sono deluso e arrabbiato per come si è comportato LeBron.

Anche Stephen Curry è stato interpellato sulla querelle Green-James.

Lo step-over di solito è un atteggiamento che si vede dopo una schiacciata in testa a qualcuno oppure dopo una grande giocata, quasi per irridere l’avversario. In questo caso la situazione è del tutto diversa: non so cosa si siano detti Draymond e LeBron, dovete chiederlo a loro. Dico solo che forse avrei reagito anch’io come Draymond se mi fossi trovato in quella situazione.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA