Seguici su

Curiosità

Ingram: “Vorrei giocare per una squadra che creda ciecamente in me”

In questi giorni Brandon Ingram si sta allenando al cospetto dei Los Angeles Lakers.

Brandon Ingram

Quasi l’unanimità degli addetti ai lavori NBA e vari siti specializzati sui draft ritengono che Ben Simmons e Brandon Ingram saranno i primi due giocatori ad essere selezionati al prossimo NBA Draft. Il secondo, versatile ala piccola uscita da Duke University, verrà sicuramente chiamato dai Los Angeles Lakers nel caso in cui i Philadelphia 76ers dovessero far ricadere la propria scelta su Simmons.

Ultimamente Ingram ha sostenuto diversi workouts per i Lakers, colpendo positivamente sia lo staff tecnico che la dirigenza giallo-viola. Al termine di uno di questi allenamenti il giocatore ha dichiarato di essere fortemente attratto dall’idea di indossare una maglia così ricca di storia come quella losangelina, ma che non gli dispiacerebbe neppure andare a giocare per i Sixers:

Philadelphia 76ers o Los Angeles Lakers? Poco importa: io voglio andare a giocare per un’organizzazione che creda fortemente in me e che mi permetta di sviluppare appieno il mio talento. Durante gli allenamenti con i Lakers penso di essermi comportato bene e di aver soprattutto mostrato in campo la mia tenacia e la mia determinazione. Lo stile di gioco che verrà impostato dal nuovo coach Luke Walton mi piace, perché è dinamico e permette di esaltare le caratteristiche di giocatori versatili come il sottoscritto. Se dovessi venire a giocare qui non potrei che esserne felice: questa squadra ha avuto grandissimi campioni e un giorno vorrei diventare grande come loro. Ok, i Lakers mi piacciono, ma anche Philadelphia non è un posto qualunque: molti giocatori di mia conoscenza mi hanno detto che è un bell’ ambiente, si lavora bene e l’organizzazione è ottima. Penso che potrei avere anche qui molto spazio in campo fin da subito. Staremo a vedere.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Curiosità