Seguici su

Cleveland Cavaliers

Warriors show, demoliti i Cavs: 2-0! Recap&pagelle gara-2

I Golden State Warriors stravincono in gara-2 contro i Golden State Warriors portandosi 2-0 nella serie di finale contro i Cleveland Cavaliers.

 

Gara-1 è stata vinta abbastanza nettamente dai Golden State Warriors (104-89), ma nel secondo episodio della serie l’impressione è che i Cleveland Cavaliers vogliano provare a vendere cara la palla per tornare in Ohio sull’1-1. Alla Oracle Arena va in scena gara-2!

 

Se il ritmo di gara in avvio è altissimo, lo stesso non si può dire delle percentuali al tiro: Irving segna i primi 4 punti dei Cavs, ma il punteggio in generale è piuttosto basso con gli ospiti avanti 10-8 a metà periodo. Cleveland presenta il solito attacco fatto di isolamenti e mostra le consuete difficoltà difensive, mentre per Golden State continua il digiuno degli Splash Brothers, con Green e Bogut tra i più attivi. Detto, fatto: in uscita dal time-out Curry spara la prima di serata, JR Smith risponde allo stesso modo mentre Bogut tira fuori il suo lato Mutombo: ben 4 stoppate nei primi minuti per il centro australiano. Curry commette il suo secondo fallo, Jefferson e Thompson sono precisi in lunetta e a 1:30 dalla prima sirena i Cavs impattano sul 19-19 (emblematico il dato delle palle perse: 5 Golden State, 0 Cleveland). Thompson con un alley-oop porta avanti i Cavaliers sul 21-19, punteggio con cui si chiude il primo quarto, nonostante un Lebron James da 0 punti e 0/5 al tiro.

 

Golden State inizia bene il secondo periodo con una tripla di Green, ma il canestro da oltre l’arco di Shumpert, unito ai primi due punti di serata di Lebron James, costringe Kerr al time-out. Lebron firma il +6 con una poderosa schiacciata, gli Warriors rispondono a tono con il primo canestro dalla lunga distanza di Klay Thompson e con due punti di Livingston in contropiede che valgono il 27-28, mentre Love prende un brutto colpo in testa da Harrison Barnes; la stessa ala piccola degli Warriors e ancora Thompson portano a 9 i punti consecutivi dei padroni di casa (0 nel parziale quelli dei Cavs) fino a quando Lebron, con 2 liberi, interrompe il digiuno con il 30-31. Due triple consecutive di Draymond Green danno il primo scossone alla partita, prima che un jumper di Curry e un gioco da 3 punti ancora di Green completino l’opera per il 42-30 (20-2 di parziale negli ultimi 5 minuti) a 5 minuti dall’intervallo. Love e James accorciano sul 42-35, ma un altro parziale di 10-0 Warriors indirizza la partita: 5 punti per Curry (che intanto ha commesso il terzo fallo personale), 3 per Thompson e 2 per Iguodala nel frangente, con un contro-parziale di 7-0 propiziato da Lebron e Jefferson che permette ai Cavs di arrivare all’intervallo in svantaggio 52-44.

 

Golden State torna in campo piuttosto molle, Cleveland prova ad approfittarne con due punti veloci di Irving ma Curry, dalla lunga distanza, mette subito le cose in chiaro con il 55-46, mentre Tristan Thompson commette il suo quarto fallo. La stessa sorte tocca a Curry, che torna quindi in panchina, mentre Draymond Green continua con la sua straordinaria serata piazzando la quarta tripla della sua serata. Barbosa (4 punti) e Thompson dalla lunga distanza firmano il +14 sul 67-53 a metà periodo e l’ennesimo canestro dalla lunga distanza di Green vale il 74-59, con un gioco da tre punti di Klay Thompson ad arrotondare il vantaggio: +20. Il terzo quarto si chiude sull’82-62 Warriors.

 

Una tripla di Curry e due canestri di Barbosa aprono il quarto periodo, trasformando i restanti 10 minuti di partita in un lungo garbage time. I Golden State Warriors vincono 110-77 contro i Cleveland Cavaliers portandosi 2-0 nella serie.

 

Precedente1 di 2




Recap

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers