Adam Silver: “I tifosi non devono dubitare delle intenzioni degli arbitri”

Adam Silver: “I tifosi non devono dubitare delle intenzioni degli arbitri”

Dopo le polemiche degli ultimi giorni, parola al commissioner NBA

Commenta per primo!

Durante la serie fra OKC e Golden State,  probabilmente, Adam Silver ha cominciato a capire come si è sentito il suo predecessore David Stern durante il suo periodo da commissioner (più volte accusato di aver ‘orchestrato’ la lega da dietro le quinte).

Dopo l’episodio fra Draymond Green e Steven Adams in gara 3, infatti, in molti hanno urlato allo scandalo e ad un presunto favore da parte della lega nei confronti dei campioni in carica (se possiamo permetterci, in maniera assolutamente superficiale e stupida).

A tale proposito, Adam Silver ha deciso di dire la sua per calmare gli animi e fare chiarezza sulle buone intenzioni degli arbitri:

“Tutto quello che ho sentito e visto negli ultimi giorni non è rispettoso, va ad attaccare l’integrità della lega come organizzazione e la mia come persona. Lavoro per la NBA da molto tempo, e ogni anno ho sentito di nuove teorie complottistiche su come il vincitore sia deciso a tavolino.
Non c’è dubbio che l’errore umano sia parte del gioco, ma sia chiaro che un errore di un arbitro deve avere la stessa valenza di un tiro sbagliato da un giocatore, niente di più e niente di meno. 
I tifosi però non devono mettere in dubbio le buone intenzioni di nessuno, perchè l’obbiettivo della NBA è sempre stato, e sempre sarà, quello di offrire il miglior spettacolo possibile ai tifosi, con le partite decise solo dalle gesta dei giocatori in campo. Buona gara 7 a tutti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy