Seguici su

News NBA

Bradley Beal vuole un contratto al massimo salariale

La giovane guardia dei Wizards si dice pronta a cercare un contratto al massimo salariale anche lontano dalla capitale

beal

In una dichiarazione rilasciata a Jorge Castillo del Washington Post, la guardia dei Washington Wizards Bradley Beal ha ammesso di puntare ad un contratto al massimo salariale in questa offseason e di essere pronto a considerare di lasciare la capitale per ottenerlo.

Voglio essere valutato correttamente. Mi sento un giocatore da massimo salariale, ed è quello che sto cercando. Se Washington non può fornirmi questo contratto allora cercherò altre squadre. Sono abbastanza sicuro che non mi lasceranno andare. A me piacerebbe restare qui, credo che riusciremo a trovare un accordo ma non si può mai essere sicuri“.

Le prime offerte a Beal arriveranno al 1 luglio, il giorno di apertura della free agency e, in quanto restricted free agent, i Wizards avranno 72 ore di tempo per pareggiare ogni offerta di altre squadre per trattenere il loro giocatore. Il probabile contratto al massimo salariale si aggirerà intorno ad una cifra pari a 23 milioni di dollari a stagione.

Secondo Castillo i Wizards hanno comunque un paio di assi nella manica per mantenere il loro giocatore: innanzitutto possono offrirgli un contratto di durata quinquennale (contrariamente alle altre squadre che possono offrirgli massimo 4 anni di contratto) ed in più, detenendo i Bird rights sul giocatore, Washington potrà sforare il salary cap per mantenere Beal al Verizon Center.

I numeri in questa stagione del 22enne Beal sono molto buoni: 17.4 punti, 2.9 assist e 1.0 rubate a partita ed inoltre il suo 39.7 percento da oltre l’arco dei 3 punti e la sua giovane età fanno presagire un futuro roseo per la terza scelta assoluta del Draft 2012. A causa di un infortunio al perone destro la stagione 2015-2016 di Beal è stata limitata a sole 55 partite e la sua assenza è stata pesante per i Wizards che non sono riusciti a centrare l’obbiettivo minimo di qualificarsi ai palyoff, ma le parole di Beal lasciano ben sperare per il futuro: “L’infortunio non mi impedirà di crescere come giocatore e non mi impedirà di essere chi sono. E’ ormai acqua passata, sono pronto ad affrontare la prossima stagione“.

La coppia Wall-Beal è certamente una delle migliori nella lega in fatto di guardie, e, agli occhi del front office della franchigia potrebbe rappresentare la chiave per provare a firmare Kevin Durant quest’estate. E’ dunque molto difficile che i Wizards lascino andare il loro giovane prospetto, che, concludendo l’intervista ha detto “Voglio restare a Washington. Tutto si risolverà il primo luglio. Voglio pensarci un attimo, ma questa [Washington] è casa per me. E’ fantastico avere tutta la squadra ancora qui e un nuovo coach [Scott Brooks]. Quindi sta solo a me e al front office trovare l’accordo“.

Jacopo Cigoli

@JacopoCigoli

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA